giovedì 25 maggio 2017

I segreti per fare una buona frittata - la mia frittata di agretti o barba del frate

Da quando ho le uova fresche delle mie galline, mi sembra quasi di commettere un peccato a non utilizzarle il giorno stesso della raccolta! E così ieri, dopo averne  trovate 4 ho pensato di utilizzarle subito per fare una meravigliosa frittata con gli agretti, meglio conosciuti come "barba del frate".

Gli agretti si trovano in questa stagione primaverile; ortaggi dal potere disintossicante, sono ricchi di fibre, vitamine, magnesio, potassio, calcio e ferro.  Ottimi gustati al naturale, cotti a vapore, conditi con sale, olio extravergine di oliva e a piacere aceto o limone.

Ieri ne ho preparato una parte così, ed il resto per la frittata.
La frittata è sempre stata il mio incubo, a volte bruciata, altre mal cotta, attaccata... insomma una tragedia. Ad insegnarmi a farla decentemente è stato mio marito, detto "il Re della frittata", vi spiegherò i suoi "segreti" nel procedimento.

Ingredienti per 4 porzioni:
  • 4 uova
  • 2 manciate di agretti precedentemente cotti a vapore
  • formaggio grattugiato
  • sale integrale
  • 2 cucchiaini di olio extravergine di oliva
  • un pizzico di bicarbonato - facoltativo, se si desidera una frittata alta
N.B. Le uova delle mie galline sono di dimensioni irregolari: a volte grandi, a volte piccole, altre medie!! Se avete a disposizione uova di media dimensione, potete usarne anche solo 3 ed a piacere allungare con un goccio di latte vegetale.

Per la cottura a vapore degli agretti:
  • Inserire poche dita di acqua in una pentola, un cestello per cottura a vapore, gli agretti. Chiudere e cuocere 5 minuti in pentola a pressione, almeno 10 in pentola normale.
Per la preparazione della frittata:
  • In una terrina sbattere le uova con il sale, formaggio ed a piacere il bicarbonato
  • Unire al composto gli agretti cotti mescolando bene
  • Ungere una padella con poco olio, far scaldare un istante e versare il composto disponendolo in maniera uniforme su tutta la superficie della padella
  • Coprire facendo cuocere a fiamma media
  • Avere cura di controllare che la frittata non attacchi smuovendola semplicemente tenendo la padella dal manico
  • Quando l'uovo sarà cotto, possiamo girarla
Istruzioni per girare la frittata:
  • Ungere con pochissimo olio il coperchio che avete usato fino ad ora, aiutandovi con le dita
  • Coprite la padella, vi trasferite sul lavandino per una questione di sicurezza e pulizia e con una mossa magistrale, decisa, veloce, capovolgete tenendo il coperchio ben saldo, girate la padella, fate scivolare la frittata nuovamente sulla padella, trasferite nuovamente sul fuoco per pochi minuti
  • La frittata è pronta!
Potete servirla come antipasto, tagliata a pezzetti come ho fatto io, oppure alla classica maniera come secondo piatto.

Avete identificato i segreti di mio marito per l'ottima riuscita della frittata?
    1. La frittata, nonostante il nome che trae in inganno... non necessita di molto olio, ne basta pochissimo;
    2. Gli agretti non vanno inseriti sopra le uova già in padella, ma mescolati precedentemente insieme alle uova;
    3. La frittata va coperta e fatta cuocere a fiamma media;
    4. Se durante il capovolgimento si romperà vorrà dire che l'avete girata troppo presto, ovvero quando le uova erano ancora semi crude;
    5. Se si brucia vuol dire che la fiamma era troppo alta;
    6. Se mentre capovolgete cola l'olio, vuol dire che ne avete messo troppo;
    7. L'altezza della frittata dipende dal diametro della vostra padella, non dalla quantità di uova, come scritto sopra, se desiderate ottenere un effetto leggermente più gonfio potete inserire un pizzico di bicarbonato, senza esagerare. Io non l'ho utilizzato;
    8. IMPORTANTISSIMO usare una padella adatta, di buona qualità;
    9. VADE RETRO panna!!!
Se dopo aver seguito le mie istruzioni, qualcosa è andato storto, non demordete, RILEGGETE l'articolo daccapo e riprovate! Seguite TUTTE le istruzioni ed accorgimenti!
Buona frittata a tutti!

Stefania Cunsolo - Food Blogger

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Superbamente utile, thanks :-)
Lorenzo D.

Supermammairene ha detto...

Confermo tutto, anche io faccio così e viene benissimo!