domenica 6 marzo 2016

Agricoltura sostenibile delle Arance Siciliane di Naturalmente Contadini

Sta per arrivare la primavera e con essa giungeranno sulle nostre tavole anche i nuovi frutti primaverili. 

Non tutti sanno, però, che il periodo dell'anno in cui le arance sono maggiormente zuccherine e succose è proprio questo del mese di Marzo!


Ed è ora che vi consiglio di preparare la marmellata, poichè essendo nel pieno della loro dolcezza, sarà sufficiente mettere poco zucchero, come ho spiegato qui. 

La stagione delle arance quest'anno è stata molto particolare, mi racconta Carmelo di Naturalmente Contadini: Gli alberi quest'anno sono stati molto ricchi di frutti, ma hanno tardato a maturare a causa della stagione eccessivamente calda, al punto che i contadini siciliani hanno dovuto fare due tipi di scelte:
  • Raccogliere moltissime arance ancora acerbe e gettarle via, sprecandole. In questo modo la pianta permette ai singoli, pochi frutti, di crescere in dimensione, magari anche aiutati da pesticidi chimici che ne velocizzano l'apparente maturazione. Così facendo il contadino  raccoglie poche arance, ma subito; e riesce a soddisfare la clientela che cerca frettolosamente un prodotto di bell'aspetto, grande, dalla buccia spessa che magari getta perfino via, anche se costa più caro e non ha sapore.
  • Attendere con pazienza i tempi della natura e la temperatura perfetta senza intervenire chimicamente e non raccogliere i frutti "in eccesso" anche se non cresceranno in dimensione. Così facendo, al momento del raccolto, i frutti saranno piccoli ma abbondanti al punto di poter sfamare molte più persone e garantendo loro dolcezza, genuinità e qualità.

Le arance di Naturalmente Contadini appartengono a questa seconda corrente di pensiero, i miei precedenti articoli pubblicati nei mesi da poco passati lo provano. Le abbiamo attese veramente con grande ansia e quando sono arrivate le abbiamo trovate piccine, sì, ma piene di dolcezza, abbondante succo, poca buccia, insomma tutte da gustare, con pochissimo scarto, anzi, quasi nullo se si adoperano anche le bucce, come vi ho mostrato in questo articolo.



Con questo breve racconto vorrei che nel momento in cui fate i vostri acquisti, rifletteste sulla qualità e sulla genuinità dei prodotti, anzichè sulla fretta che avete di assaggiarli, sull'apparenza.

E allora fino a quando potremo gustare le dolcissime, genuine arance di Carmelo ed i suoi soci-collaboratori? 

Carmelo mi ha informata che sono ancora in fase di raccoltala stagione non è ancora finita vista la grande abbondanza di quest'anno e se ammirate infatti le fotografie della loro pagina facebook o anche solo queste che ho allegato all'articolo, resterete a bocca aperta da tanta bellezza e la genuinità.
Il loro tipo di coltivazione traspare chiaramente dai loro volti e dai colori del loro agrumeto situato ai piedi dell'Etna, che conserva alcune tra le varietà più antiche di tarocco risalenti agli anni 60 e che conservano quindi tutte le peculiarità organolettiche tipiche dell'arancia rossa di Sicilia tra cui le antocianine, gli antiossidanti che conferiscono, grazie alle condizioni climatiche del territorio etneo, il tipico colore rosso ai nostri frutti!!! .. Per questo quindi molto salutari


Ma c'è dell'altro che vorrei condividere con voi, credo che questa foto che allego trasmetta un pò il pensiero...

 

I ragazzi di Naturalmente contadini quest'anno hanno voluto collaborare e lavorare insieme, come una comunità, entrando nella rete di  Terre Di Palike... non più una realtà isolata, ma un'aggregazione di giovani produttori che insieme stanno mettendo le proprie forze per creare un'agricoltura lontana dalle fredde logiche di mercato, promuovendola invece in un nuovo sistema, sostenibile e fatto di relazioni innanzi tutto, tra produttori e consumatori e privo di sfruttamento per la terra e l'uomo!

Questo è un grande passo avanti per l'agricoltura e l'economia italiana, il Made in Italy e la qualità dei prodotti che portiamo in tavola.

A tal proposito dunque, vi comunico che le arance di NaturalMente Contadini e la rete di Terre di Palike saranno disponibili con certezza fino a fine Marzo, in tutta la loro dolcezza. 

Per ordinare quindi la tua cassa di arance da tavola e/o da spremuta dai nostri amici Siciliani, puoi inviare una mail a terredipalike@gmail.com oppure naturalmentecontadini@gmail.com indicando di aver letto questo articolo dal blog di stefycunsyinyourkitchen.

Le arance sono ottime sia spremute che mangiate a tavola, usate per realizzare dolci e piatti salati come potete vedere dalle ricette finora pubblicate nel mio blog.

Quindi, mentre continuiamo a gustare le arance fino alla fine di Marzo, non cadiamo nella trappola di acquistare le prime fragole già in vendita presso i supermercati, ma impariamo ad attendere, perchè nell'attesa, la frutta maturerà naturalmente nella pianta e ci garantirà tutta la sua naturale dolcezza, come quella dei nostri amici di NaturalMente Contadini che vedete in foto. Come fate ad andare a comprare le arance spagnole al supermercato dopo aver conosciuto tanta genuinità e dopo aver visto i volti dei nostri amici-produttori ?! :) Per la dolcezza delle arance garantisco io personalmente e tutte le persone che dopo aver letto le mie recensioni, ne hanno acquistate numerose casse! (Abbiamo le prove!) 


In pausa dopo la raccolta 
Alcuni consigli per la conservazione delle arance:
Le arance si conservano perfettamente dentro la loro cassetta di legno nella quale vengono imballate. Consiglio di conservarle lontane da fonte di calore: l'ideale è in una fredda cantina o in balcone, all'ombra. Potete tenerle anche in frigorifero. Così facendo state pur certi che si conserveranno anche per un mese senza rischiare che marciscano! 

1 commento:

Aless ha detto...

Molto interessante, grazie Stefy!!