giovedì 28 maggio 2015

Tartine salvia e curcuma


Visto che si avvicina il week end ed avremo anche uno o forse due giorni di festa in più.. vi regalo una ricetta adatta sia per i vostri aperitivi fatti in casa o per le vostre scampagnate!
Si tratta di queste tartine salvia e curcuma, ottime mangiate così da sole, ma si prestano benissimo anche con delle salsine, valutate voi come presentarle. Sono facili da preparare e sfiziose!

Queste tartine sono state ideate e realizzate per il primo appuntamento dell'evento "cibiamo" svolto presso Fasoli Piante del quale vi avevo parlato in questo post. Colgo l'occasione per ricordare che i prossimi due appuntamenti saranno legati alla pasticceria fiorita ed ai finger food, sono aperte le iscrizioni, troverete tutte le informazioni nel link indicato prima.

Ma veniamo alla ricetta!

Ingredienti:
500 gr farina solina Terre del Tirino
100 gr latte vegetale
150gr di pasta madre
1 cucchiaino di sale integrale
curcuma ed erbe aromatiche miste a piacere

Procedimento:
Impastare tra loro tutti gli ingredienti amalgamandoli bene
Far riposare fino a raddoppio
Stendere la sfoglia e ricavare dei biscottini
Cuocere in forno a 200° per circa 10 minuti e servire per il vostro aperitivo!

Vi presento il meraviglioso fiore della curcuma, esposto al Fasoli Piante, è stupendo!


mercoledì 27 maggio 2015

Stuzzicagusto tra le vigne - lezione di finger food presso Vigneti Valle Roncati


Ieri sono stata a fare un sopralluogo presso la Cantina Valle Roncati di Briona, che mi ospiterà domenica 5 Luglio in occasione del 3° evento "cibiamo" : Lezione di Finger Food organizzata presso la loro struttura dall'Associazione ArteLab e Nucleo Gaia Italia.

Ho visionato la location insieme ad Emanuela Fortuna, per poter organizzare il mio evento e nel mentre ho avuto il grande piacere di degustare diversi vini della cantina, infatti sono uscita di lì lievemente brilla! Nebbiolo rosato, Barbera, Vespolina ed altri che onestamente non ricordo. Adoro i retrogusti fruttati, specie se frizzantini, non vedo l'ora di poterli degustare con i miei piatti!

L'azienda si trova tra le colline novaresi, il cui suolo, ricco di sali minerali, ed il microclima, favorevole alla coltivazione della vite, fanno sì che si producano uve di ottima qualità. Gran parte del lavoro del vigneto è manuale, per poter ottenere i migliori grappoli d'uva con il giusto grado di maturazione. Anche la vendemmia è effettuata manualmente, questo consente la produzione di vini pregiati ottenuti grazie ad un'attenta vinificazione tradizionale.

Anche in questa occasione stefycunsyinyourkitchen consiglia di fare acquisti direttamente dal produttore locale, anzichè ai grandi supermercati!

Domenica 5 Luglio comincerò io alle ore 16.00 con la Lezione di cucina e prepareremo dei deliziosi finger food da abbinare ai pregiati vini offerti dalla Cantina. Prima di degustare il tutto, a fine corso, Cristiano Nericcio, Geologo applicato all'Ambiente, all'ingegneria civile ed alla conservazione dei beni culturali, terrà una conferenza  "Geologia Vino" : vini dei calcari, dei graniti e dei vulcani. Particolare attenzione sarà dedicata al terroir del Vespolina. 

Siete ovviamente tutti invitati a partecipare, è gradita la prenotazione per consentire un'adeguata organizzazione dell'evento. Segue locandina evento, qui l'evento facebook per invitare i vostri amici.


Allegherò nei prossimi giorni alcune foto scattate durante la mia visita in cantina direttamente nella mia pagina facebook, in questo album. Per visionare il sito della cantina:  Vigneti Valle Roncati 

info e prenotazioni Stuzzicagusto: 340.9802827 - nucleogaiaitalia@libero.it


lunedì 25 maggio 2015

Taralli al rosmarino

In occasione dell'evento "farmacia viva : officinali in tazza e a tavola" organizzato presso e da Garden Zanet di Prato Sesia, ho preparato questi taralli al rosmarino che sono andati letteralmente a ruba!

Il segreto di questi taralli non è la ricetta in sè ma la scelta degli ingredienti.
Ecco di cosa ho parlato durante la mia breve conferenza: l'importanza di acquistare prodotti italiani, locali, di stagione, non trattati chimicamente. Ed ho presentato i miei sponsor: Luigi Carella per l'olio evo e Alfonso D'Alfonso di Terre del Tirino per la farina di grano solina.

Ingredienti:
- 200gr di acqua tiepida
- 150gr di pasta madre
- 100gr di olio extravergine di oliva
- 3cucchiai di rosmarino fresco tritato
- 500gr di farina solina di Terre del Tirino
- Sale integrale

Procedimento: 
-Amalgamare tra loro tutti gli ingredienti, lavorare bene l'impasto e lasciarlo lievitare fino a raddoppio. 
-Creare dei bigoli e dare la classica forma del tarallo. 
-Pennellare con olio evo, lasciar riposare mezz'ora e procedere con la cottura su pietra ollare.

Indicazioni per la cottura:
Forno ben caldo a 180° per circa 10minuti, fino a doratura, quando sono ancora lievemente morbidi. Raggiungeranno la giusta croccantezza con il raffreddamento. Si mantengono dentro barattoli di vetro con chiusura ermetica, o latta.

giovedì 21 maggio 2015

Cibiamo! Lezione di cucina ed esperienza sensoriale


Lo scorso sabato abbiamo innaugurato gli eventi "Cibiamo" con il primo corso in cucina in programma. Vi avevo già parlato di questa iniziativa, organizzata da Nucleo Gaia e DidArtLab, si tratta di un progetto itinerante e qui potrete trovare tutte le date in programma ed i riferimenti per le iscrizioni.

Sabato scorso eravamo ospiti a Novara presso il Fasoli Piante.
Lezione di cucina con zenzero, curcuma, peperoncino e piante officinali, abbinato ad esperienza sensoriale tenuta da Federica Bertelegni.

Le ricette che stefycunsyinyourkitchen ha proposto sono state:

  • Taralli piccanti alle mandorle
  • Salatini con curcuma e salvia
  • Biscotti salati allo zenzero e rosmarino
  • Focaccia pugliese   
Per la realizzazione di tali ricette ho utilizzato i prodotti genuini che non possono più mancare nella mia cucina, le farine non trattate, l'olio da ulivi secolari, la pasta madre. Durante il corso ho servito una bevanda fresca, acqua frizzante con fiori freschi di sambuco e succo di limone.

A fine corso abbiamo degustato i piatti insieme ai partecipanti, sorseggiando del buon vino bianco fresco e frizzante.
Il prossimo evento con Cibiamo sarà il prossimo 6Giugno, nuovamente presso il Fasoli Piante ed il tema sarà dolce... prepareremo infatti ricette di pasticceria utilizzando i fiori, le ricette saranno come sempre vegan. Le iscrizioni sono aperte, setimana prossima sarà pronta la locandina!

Una piccola fotogallery della giornata cliccando qui.

mercoledì 20 maggio 2015

Shirataki Konjac con fiori di borragine e zafferano in pistilli : le fettuccine senza glutine


Iniziano i preparativi per la prova costume, quindi ora tutti a dieta a recuperare l'irrecuperabile!
Io sto facendo parecchio sport ultimamente... tennis e palestra e sto perdendo qualche chiletto. Ma ovviamente la sana alimentazione è fondamentale.
Oggi ho provato queste fettuccine senza glutine, a base di una radice chiamata Konjac, contiene molta fibra, poche calorie, zero grassi, zero zuccheri, zero glutine e vegan. Tale radice viene fatta essiccare e poi ridotta in farina, ha potere addensante e viene appunto utilizzata per preparare questa sorta di fettuccine, dette shiritaki, io le chiamerei fettuccine senza glutine!

Ma veniamo alla mia ricetta.

Ingredienti per una persona (affamata)

Procedimento:
  • In una padella saltiamo i piselli freschi con la cipolla tritata fine, sale integrale (pochissimo)ed olio extravergine di oliva (unica fonte di grasso del piatto) con fiamma al minimo;
  • Mettiamo a bollire l'acqua per le fettuccine, quando sarà calda ma non bollente, useremo parte del liquido per far rinvenire i pistilli di zafferano;
  • Se necessario, uniamo gradualmente poca acqua nei piselli per non ottenere una cottura fritta;
  • A metà cottura uniamo i petali di calendula e la polvere di curcuma;
  • Sgoccioliamo le fettuccine dalla confezione, le sciacquiamo sotto l'acqua corrente, saliamo l'acqua e le portiamo in cottura per alcuni minuti, circa 3;
  • Sgoccioliamo i pistilli di zafferano che useremo per decorare il piatto insieme ai fiori di borragine e versiamo il liquido di zafferano nei piselli;
  • Scoliamo le fettuccine e le versiamo nella padella con il condimento unendo un po di tamari o salsa di soia, saltiamo velocemente in padella e serviamo.
A me e mio marito sono piaciuti tantissimo, ottima alternativa al piatto di pasta, ma senza sentirsi in colpa! 

Per la realizzazione di tale ricetta ho adoperato lo zafferano in pistilli di Mangiare Abruzzese ed i prodotti di TuttoilBiologico che riserva uno sconto speciale per i lettori di stefycunsyinyourkitchen, per info scrivetemi: stefycunsy@live.it 


lunedì 18 maggio 2015

Pasticcini vegan al cioccolato bianco aromatizzato alla lavanda

  
Ci sarà dolcezza in questo 19 maggio...

Il 19 Maggio di 28 anni fa non ci fu nulla di dolce, lei se ne andò senza avvisarmi, senza salutarmi. Quando capii che mi avrebbe lasciata, aveva già gli occhi chiusi e non aveva più le forze di parlare.
Forse in cuor mio non l'ho mai perdonato a chi avrebbe dovuto perlomeno informarmi, anche se ero appena 11enne. C'era il temporale, se ne andò via con i fulmini e la pioggia ed a me restò solo il ricordo di lei, il sorriso ed i suoi dolcetti.
Se oggi fosse ancora qui, apprezzerebbe molto questi pasticcini di pasta frolla al cioccolato bianco e lavanda, con fragoline dolcissime... lei era molto golosa ed un'ottima pasticcera, non di professione, ma di passione, esattamente come me.

Dedico a lei questa nuova ricetta, con l'intento di portare la dolcezza in questo giorno che da 28 anni è solo grigio, triste e cupo. Sono tutti per te mamma

Ingredienti per la frolla:
  • 340gr di farina solina di Terre del Tirino
  • 110gr di zucchero integrale grezzo di canna
  • il succo di un limone spremuto e la sua buccia grattata
  • 70gr olio extravergine di oliva di Luigi Carella
  • un pizzico di bicarbonato
Procedimento:
  • Versare tutti gli ingredienti in una terrina ed impastarli tra loro fino ad ottenere un impasto omogeneo;
  • Stendere la frolla ottenuta tirando una sfoglia e adagiarla sopra agli stampini precedentemente oleati, premere con il mattarello e rivestirli;
  • Far cuocere alcuni minuti in forno caldo, fino a lieve doratura e far raffreddare;
  • Farcire con la crema al cioccolato bianco fredda da frigo e guarnire con fragole fresche.
Il procedimento per la crema al cioccolato bianco aromatizzata alla lavanda, la trovate qui, vi consiglio di prepararla un giorno prima in modo che rapprenda e sia ben fredda al momento della farcitura.


Tigelle con maionese aromatica - ricetta vegan



Tigelle con maionese vegan, aromatizzata al pesto di dragoncello

Buon lunedì a tutti!
Oggi vi regalo una nuova bella ricetta, ideata in occasione dell'evento organizzato dal Garden Zanet di Prato Sesia "Mamma Party". Ho cercato di valorizzare alcune erbe aromatiche poco conosciute ed utilizzate in cucina e devo dire di essere rimasta piacevolmente colpita dal dragoncello. Un'aromatica molto profumata che si è prestata perfettamente come protagonista del mio pesto aromatico, utilizzato per arricchire la maionese vegan. Il tutto, come accompagnamento alle tigelle lievitate con pasta madre. Nei prossimi giorni scriverò anche un articolo sull'evento in questione, allegando la galleria fotografica! Ecco la mia ricetta:

per le tigelle:
200gr di acqua tiepida
150gr di pasta madre
110gr di olio extravergine di oliva
trito di rosmarino e dragoncello
500gr di farina solina
sale integrale

Impastare tra loro tutti gli ingredienti e far lievitare fino a raddoppio.
Stendere con un mattarello e ricavare dei cerchi che faremo cuocere in una padella antiaderente rovente in ambo le parti.

per la maionese: 
250gr di olio di girasole spremuto a freddo
80gr di latte di soia
3cucchiai di succo di limone
un pizzico di curcuma
sale integrale
per il pesto di dragoncello:
trito di 50gr di nocciole, 5rametti di dragoncello, due di tanaceto, uno di origano, timo, menta, aneto, una foglia di salvia, uno spicchio d'aglio, sale, olio evo, succo di limone

Procedimento:
In un vaso di vetro stretto ed alto inserire tutti gli ingredienti per la maionese ed azionare il minipimer.
Tenerlo immobile per i primi secondi, poi iniziare a montare su e giù.
La maionese monterà molto velocemente.
Unire ad essa il pesto di dragoncello preparato precedentemente e servirla con le tigelle tiepide.

N.B. Nella foto, le foglie decorative sono quelle del tanaceto.

mercoledì 13 maggio 2015

Crema al cioccolato bianco aromatizzata alla lavanda


















Per il dolcino della sera, oggi stefycunsyinyourkitchen propone una crema vegan al cioccolato bianco, aromatizzata alla lavanda. E' una ricetta che ho studiato in occasione dell'evento di domenica scorsa al Garden Zanet, il mammaparty.
L'ho servita come accompagnamento ai cantucci alla santolina e pistacchi di cui vi ho parlato pochi giorni fa.
La ricetta è davvero semplicissima ed è deliziosa se servita tiepida, secondo il mio gusto personale. Ma anche fredda da frigo ha un'ottima consistenza e si mantiene diversi giorni.

Ingredienti:
300gr di latte di soia
una manciata di fiori di lavanda
5gr di gomma di guar
150gr di cioccolato bianco di soia o riso
3cucchiai di sciroppo di riso

Procedimento:
  • Far bollire il latte con i fiori di lavanda e filtrare
  • Unire il cioccolato tagliato a pezzetti e far fondere, mescolando con un frustino
  • Inserire il resto degli ingredienti nel pentolino e mescolare energicamente sempre con l'aiuto del frustino per evitare la formazione di grumi. 
  • Mettere sul fuoco e continuando a mescolare  portare ad ebollizione fino a raggiungere la densità desiderata.
  • Trasferire la crema in ciotole o bicchieri monoporzione 
  • Servire tiepida o a piacere fredda, decorando con i fiori di lavanda freschi
Ricetta realizzata utilizzando gli ingredienti forniti da tuttoilbiologico 

Allego a seguire la scheda preparata per noi dalla Dott.ssa De Nicola, erborista.
LAVANDA O SPIGOFamiglia: Labiataenome latino: Lavandula angustifolia Mill.

Pianta perenne che può raggiungere il metro di altezza, la fioritura dura da giugno a settembre.Facile da coltivare, ha bisogno di sole e terreno ben drenato; per questo è molto usata nei giardini ove può essere usata come siepe da bordura. Richiede la potatura dopo la fioritura, all’inizio dell’autunno oppure in primavera, se il clima è freddo e umido.
Raccolta e conservazioneTagliare i fiori in estate, appena si aprono, e utilizzarli freschi o essiccati.Per essiccare le spighe distribuirle uniformemente su un vassoio o preparare mazzetti da appendere in luoghi freschi e ventilati.NB: prestare sempre attenzione al modo di essiccazione poichè 'lavorazioni' sbagliate possono dare origine a fenomeni sgraditi.
Uso in cucina e proprietàIn cucina si usano principalmente i fiori.L'infuso con i fiori di lavanda è utile negli stati ansiosi, stress, irritabilità, dolori muscolari, nausee.
Proprietà: antisettiche, antispasmodiche, sedative, aromatiche, bechiche. In aromaterapia, viene utilizzata sottoforma di olio essenziale come tranquillizzante, riequilibrante del sistema nervoso, decongestionante in caso di raffreddorePer uso cosmetico, se utilizzata nell'ultimo risciacquo, quando si lavano i capelli, oltre che dare un profumo delizioso, aiuta a combattere i capelli grassi.
I fiori essiccati trasmettono un aroma persistente alla biancheria negli armadi proprietà già apprezzata nella creazione dei pot pourry nel XVIII secolo, pratica poi continuata fino ai giorni nostri.La pianta, che era già nota agli antichi, veniva usata anche per la preparazione di talismani e portafortuna, legati a pratiche magiche ed esoteriche; inoltre era usata per lavare e disinfettare i pavimenti e la biancheria.


(a cura di dottoressa Alessandra Denicola, erborista laureata; il materiale esposto è derivato dall'analisi della letteratura; gli usi e le proprietà indicate sono relativi agli usi popolari e non costituiscono materia medica pertanto non sostituiscono i consigli e i pareri del Medico)

Erboristeria Il Mughetto di Alessandra Denicola - pagina facebook
Tel. 349 056 8410
Negozio in C.so Rolandi 81 – 13017 Quarona (VC)

Tutto il Biologico - dalla terra alla tavola



Negli ultimi mesi vi ho spesso parlato dei miei sponsor, aziende che mi omaggiano dei loro prodotti per valorizzarli con le mie ricette ed ovviamente parlandone ai miei lettori.
Come sapete, la mission di stefycunsyinyourkitchen è quella di condividere uno stile di vita e di cucina sana, genuina e naturale e per questa ragione, in questi cinque anni di blog vi ho sempre consigliato di fare la spesa in modo intelligente: spesa locale e di stagione, preferibilmente dal contadino o dal produttore direttamente, non trattata chimicamente, leggendo bene le etichette.
Tutti gli sponsor che decido di portare tra le pagine e nella cucina di stefycunsyinyourkitchen devono passare sotto il mio "esame".... quindi se sponsorizzo devo io per prima credere che tale prodotto sia buono e genuino, alla stefycunsyinyourkitchen insomma! E sentirmi libera di consigliarvelo.
Per questa ragione, nelle prossime settimane, scriverò degli articoli e proporrò delle ricette con i prodotti di tuttoilbiologico che ho deciso di consigliarvi. Seguitemi qui o nella pagina facebook come al solito. Se non lo avete ancora fatto potete iscrivervi alla mia newsletter per essere sempre aggiornati. Quello che desidero trasmettervi è sempre uno stile di vita sano e grazie a queste Aziende posso anche consigliarvi dove rivolgervi per fare "la famosa spesa intelligente" !

Come sapete ricevo legumi, farine, cereali, arance, olio ed altro ancora e speravo vivamente di trovare un'azienda che mi fornisse di altri prodotti, quelli di necessità comune, ed eccola qua! Ma la cosa bella è che TuttoIlBiologico riserva uno sconto speciale a tutti i lettori di stefycunsyinyourkitchen. Quindi sono molto felice di dirvi che, se desiderate ricevere il codice sconto riservato ai miei lettori, potrete farmene richiesta via mail: stefycunsy@live.it

Il sito parla da solo, ci sono diverse sezioni, quella dei prodotti di macrobiotica, senza glutine, per intolleranti ed anche delle deliziose ricette. Inoltre nella descrizione dei prodotti troverete anche la lista degli ingredienti. Se voleste fare un ordine cumulativo con degli amici o conoscenti c'è la possibilità di non pagare le spese di spedizione. A me il pacco è arrivato in un giorno e l'imballo era perfetto, nonostante ci fossero diverse bottiglie, è arrivato tutto sano ed integro, il che non guasta affatto!

Vi rilascio alla presentazione ufficiale dell'Azienda:
Il progetto TUTTOILBIOLOGICO.IT nasce dalla volontà di alcuni amici di offrire a tutti coloro che sono: - appassionati dell'alimentazione biologica, - Intolleranti o allergici a particolari alimenti - appasionati Vegani o della dieta Macrobiotica la possibilità di trovare un negozio sempre aperto che possa fornire loro tutti i prodotti di cui necessitano, ovunque sul territorio nazionale. Le motivazioni che ci hanno portato sino a qui sono semplici domande che spesso ci siamo posti da consumatori di questi prodotti o che hanno vissuto in prima persona amici o parenti. - perchè non è sempre semplice raggiungere il più vicino negozio specializzato - perchè i general store trattano solo alcuni prodotti Biologici - perchè non sempre si ha tempo o modo di poter fare la spesa - perchè non sempre i prezzi proposti al pubblico sono convenienti o allineati al mercato - perchè spesso chi ha allergie o intolleranze alimentari fa fatica a trovare un negozio con una gamma prodotti adatta alla sua dieta - perchè chi fa una dieta macrobiotica o vegana, possa trovare dei nuovi prodotti secchi utili ad integrare quelli che trovano già a KM 0 - perchè fare consegne a più clienti con un solo corriere vuol dire abbassare la CO2 prodotta dai gas di scarico e inquinare meno - perchè molti prodotti o ingredienti, derivano dal commercio equosolidale - perchè l'agricoltura biologica e sostenibile fanno bene alla terra e all'ambiente Motivi ed esperienze dirette e indirette che ci hanno fatto comprendere l'importanza di poter dare un servizio di questo tipo alla comunità. La base da cui oggi partiamo conta più di 40 brand e 800 prodotti, ma lavoreremo ogni giorno per fare cresce questi numeri e questo portale al fine di migliorare l'offerta in vetrina. Vogliamo quindi essere vostri partner, essendo noi stati clienti come voi; consolidare un rapporto in cui non siamo solo fornitori di un servizio, ma anche la vostra opportunità per: - rispettare la natura - risparmiare sulla spesa - ricercare nuovi alimenti e bevande che non trovate - imparare nuove ricette - condividere esperienze gastronomiche
questo e molto altro ancora. Persone che pensano che questo è un modo, se pur modesto, per rendere il mondo un posto migliore; che la natura va rispettata e assecondata, che ciò che vorremo lasciare ai nostri figli debba essere meglio di ciò che abbiamo avuto noi.
Colgo l'occasione per ringraziare pubblicamente Martina e Andrea per aver scelto di collaborare con il mio blog.  Ecco i contatti:

ANDREA CORUZZI
General Manager
info@tuttoilbiologico.it

MARTINA FRIZZARIN
Comunicazione e Marketing
comunicazione@tuttoilbiologico.it

tuttoilbiologico.it -(A.V Media & Consultingsas)
Corso delle Terme N°88-35036 –Montegrotto (Pd)
P.I. 04408130286

www.tuttoilbiologico.it
www.facebook.com/tuttoilbiologico.it
www.twitter/tuttoilbio

Per richiedere lo sconto riservato ai lettori di stefycunsyinyourkitchen, scrivere mail a: stefycunsy@live.it

lunedì 11 maggio 2015

Cantuccini alla santolina e pistacchi



Buonasera a tutti.
Ieri pomeriggio sono stata ospite del Garden Zanet per far degustare ai clienti alcune mie specialità preparate con le piante aromatiche di questa nuova stagione. Ho preparato degli stuzzichini utilizzando la santolina, il tanaceto, dragoncello, borragine, tarassaco, calendula, aneto e molte altre.
Abbiamo cercato di dare spazio a tante piante poco conosciute, ma davvero profumatissime, che credo non mancheranno più nel mio terrazzo!
Grazie al Garden, che me ne ha fatto dono per poterle usare in cucina, ho imparato ad apprezzare ciò che ancora non conoscevo ed i risultati nei miei piatti sono stati sorprendenti!
Presto vi parlerò di ogni pianta, con il supporto della Dottoressa Alessandra De Nicola, erborista, abbinando al suo sapere, le mie ricette.

Ma ora parliamo dei cantucci al pistacchio, che sono stati i dolcetti più graditi tra tutti i piatti proposti.

Ingredienti:
80gr di latte di soia
succo e buccia di un limone non trattato
1 pizzico di curcuma
1 pizzico di vaniglia
alcuni rametti di santolina fresca sbriciolata
110gr di zucchero integrale grezzo di canna
1cucchiaino raso di bicarbonato
1 cucchiaio di amido di mais
300gr di farina solina
200gr di pistacchi tagliati grossolanamente a coltello

Procedimento:
  • Amalgamare tra loro tutti gli ingredienti impastando per bene con le mani.
  • Dividere l'impasto in due parti dando ad ognuno la forma di un salamino.
  • Adagiare su una teglia, o come nel mio caso sopra una pietra ollare rovente e lasciar cuocere in forno caldo fino a lieve doratura. Se i salamini risulteranno essere dorati, ma ancora troppo morbidi, girateli e proseguite la cottura ancora per qualche minuto.
  • Estrarre dal forno e lasciar raffreddare completamente.
  • A questo punto possiamo procedere con la tostatura, dopo averli tagliati a fettine con l'aiuto di un coltello seghettato (quello del pane). Solo con questo coltello eviterete che i cantucci si sbriciolino e si rompano.
Istruzioni per la tostatura: deve essere lieve, pochi minuti. Il cantuccio diventerà croccante raffreddando, quindi se lo facciamo tostare troppo, raffreddando si indurirà troppo.
Ieri i miei cantucci sono stati mangiati facilmente anche da donne anziane con denti "problematici" ed infatti anno apprezzato il grado di doratura dei miei cantucci !

Ho servito questi cantucci con una crema al cioccolato bianco al profumo di lavanda.
Appena sarà pronta la scheda sulla lavanda, la mia ricetta sarà online!

Ora vi lascio alla scheda sulla Santolina, preparata, coe anticipato, dalla Dott.ssa Alessandra De Nicola.

SANTOLINA - ERBA ALLE OLIVE - CRESPOLINA
Famiglia: Asteraceae Specie: Santolina chamaecyparissus L. 
La pianta presenta una forma compatta e arrotondata con rami numerosi e molto vicini tra loro che portano fogliame elegante e fine, verde tenero, resistente e aromatico.Durante tutto il periodo estivo, fioriscono i capolini gialli e pieni; tanto da renderla ottima per l'abbellimento di siepi basse e balconi dove predilige zone ben soleggiate con terreno ben drenato.La fioritura, molto profumata, attira gli insetti impollinatori e le farfalle.
Raccolta e conservazione

Tagliare i rametti a inizio estate quando sono in piena fioritura e farli essiccare in luogo ombroso e ventilato. Conservare al riparo dalla luce e dall'umidità: foglie e rametti, una volta essiccati correttamente, si possono conservare per molti mesi in un contenitore di vetro o in mazzetti profumati.
Uso in cucina e proprietà

La santolina può essere usata in erboristeria come infuso per le sue proprietà digestive, antispasmodiche, tonico-stimolanti, antisettiche.Per uso esterno si ricorda l'uso come antipruriginoso in caso di punture di insetti.Esistono tracce storiche dell'uso casalingo come profumatore per armadi e biancheria in quanto sembra essere repellente per insetti e anti tarmica talvolta si vedevano i suoi rametti raggruppati in mazzetti da esporre sul davanzale per tenere lontane le zanzare.

(a cura di dottoressa Alessandra Denicola, erborista laureato; il materiale esposto è derivato dall'analisi della letteratura; gli usi e le proprietà indicate sono relativi agli usi popolari e non costituiscono materia medica pertanto non sostituiscono i consigli e i pareri del Medico)



La ricetta è stata realizzata utilizzando i prodotti dei miei sponsor

domenica 10 maggio 2015

Lezione di cucina: curcuma, peperoncino, zenzero ed erbe aromatiche - presso Fasoli Piante



Il prossimo appuntamento con la cucina di stefycunsyinyourkitchen sarà presso il Fasoli Piante, a Novara. Si tratta del primo dei 7 appuntamenti dell'evento: Cibiamo del quale vi avevo già illustrato il programma completo in questo post.
Salute, benEssere e Svago in Consapevolezza alla scoperta del nostro territorio
La psicologa Federica Bertelegni di Nucleo Gaia ci guiderà in un'esperienza sensoriale, odori e sapori delle erbe aromatihe che utilizzeremo nel corso della Lezione di Cucina tenuta da stefycunsyinyourkitchen.
Prepareremo vari impasti lievitati con pasta madre, salatini e pizzette utilizzando farine di grani antichi fornite dall'Azienda Abruzzese Terre del Tirino.
Li aromatizzeremo con le spezie ed erbe aromatiche, immancabili in una cucina sana e genuina come stefycunsyinyourkitchen sempre consiglia.

Dove: Presso Fasoli Piante - C.so Vercelli 202, Novara
Ora: Dalle ore 16 alle 18.30
Quanto Costa: €30,00
Info e prenotazioni : nucleogaiaitalia@libero.it - 345 9802827

Vi aspettiamo!

martedì 5 maggio 2015

Biscotti ai petali di camomilla e lavanda


Questa sera vi propongo la ricetta di una nuova pasta frolla, alla quale ho voluto abbinare i petali di alcuni fiori di questa stagione: la camomilla e la lavanda.
Ho realizzato questa ricetta in occasione dell'evento Farmacia Viva organizzato dal Garden Zanet, avvenuto lo scorso 26 Aprile .
Come di consueto, si tratta di una ricetta vegan e grazie alla presenza degli infusi delle due piante ha azione calmante e rilassante. Vediamo come fare:

Ingredienti:
300gr di farina solina Terre del Tirino
60gr di olio di girasole spremuto a freddo
40gr di infuso di camomilla e fiori di lavanda
80gr di zucchero integrale grezzo di canna
la buccia di un limone non trattato grattata
un pizzico di bicarbonato
un pizzico di sale integrale
petali di camomilla e lavanda freschi

Procedimento:
Preparare un infuso con i fiori di lavanda e camomilla, scolare e lasciar raffreddare
Impastare una frolla unendo tutti gli ingredienti tra loro, compresi alcuni petali; stenderla con l'aiuto di un mattarello e ricavarne dei biscottini alti circa 1,5 cm.
Adagiarli su una piastra di pietra ollare rovente e cuocere in forno circa 10 minuti.
Tirarli fuori dal forno quando saranno lievemente dorati in superficie.
Decorare con petali freschi e servire per colazione.

N.B. la frolla non necessita di riposare in frigorifero. Conservare dentro barattoli di vetro con coperchio, o latta.


lunedì 4 maggio 2015

Mamma party al Garden Zanet con stefycunsyinyourkitchen


Eccoci pronti con il nuovo evento del Garden Zaet di Prato Sesia -No-
L'appuntamento con la cucina di stefycunsyinyourkitchen sarà domenica 10 Maggio dalle ore 15.
L'evento sarà gratuito ed avrà come obiettivo radunare le famiglie in occasione della Festa della Mamma. Ecco il programma della giornata come da descrizione del Garden:

La mamma è sempre la mamma!
È il cuore della famiglia: lavora, accudisce i figli e il papà e ha cura della casa. Insomma un'istituzione! Spesso non riesce a ritagliare del tempo per sè.
E’ per questo motivo che, in occasione della festa della mamma, Garden Zanet organizza una festa per regalarle un pomeriggio di relax e divertimento insieme ai suoi cari. 
Il pomeriggio di Domenica 10 maggio dalle ore 15 sarà dedicato a diverse attività:
- per le mamme, consigli sulla preparazione di gustose ricette aromatiche con la food blogger stefycunsyinyourkitchen;
- per i papà, suggerimenti per la realizzazione di gustosi cocktail direttamente da DiWine Grignasco;
- per i più giovani torneo di calcio balilla e per i piccoli lezione di orto.
Vi aspettiamo!
Per l'occasione io mi cimenterò nella spiegazione di alcune ricette da me elaborate utilizzando piante aromatiche poco conosciute, come la santolina, il dragoncello, il tanaceto, la borragine, l'aneto e la maggiorana. Ecco la profumatissima santolina!



_________________________________________________________________________
Domenica 10 Maggio dalle ore 15
Garden Zanet
 Via Valsesia 8 - Prato Sesia (No)
Evento fb per invitare i tuoi amici: evento MAMMA PARTY

Arancini di Riso Augusto Artusi alla calendula


 Buon lunedì a tutti!
Oggi vi racconto di questa interessante ricetta che ho realizzato in occasione dell'evento "Farmacia viva" organizzato dal Garden Zanet di Prato Sesia -No-
Mi avevano chiesto di realizzare delle ricette on delle piante officinali ed aromatiche e così ho creato questi arancini ai petali di calendula.
Ingredienti:  
Riso Augusto di Cascina Artusi, cipolla, carota, vino per sfumare, foglie di alloro,timo, origano, salvia, menta, rosmarino, petali di calendula, farina solina di Terre del Tirino, pan grattato, olio di girasole. 
Procedimento: 
  • Preparare un classico risotto tostando il riso Augusto di Cascina Artusi in un soffritto di cipolla e carota, sfumare con vino rosso e  proseguire la cottura unendo gradualmente il brodo vegetale preparato precedentemente con ortaggi misti (carota, cipolla, sedano, foglie di alloro, parti verdi di broccoli e le sue foglie e sale integrale) 
  • A metà cottura unire un trito di erbe officinali in foglie fresche: timo, origano, salvia, menta, rosmarino e qualche petalo di calendula.
  • Lasciar raffreddare e far riposare alcune ore in frigorifero.
  • Preparare una pastella densa con farina e acqua ed in una ciotola a parte mettiamo del pan grattato con petali di calendula.
  • Diamo al riso la forma di piccole polpettine, le passiamo in pastella prima e nel pan grattato dopo.
  • Friggiamo gli arancini in olio di girasole spremuto a freddo, bollente, serviamo tiepidi decorando con un fiore di calendula.
Colgo l'occasione per invitarvi al prossimo evento del Garden Zanet, organizzato in occasione della Festa della mamma, dove prepararemo altre specialità facendo uso delle piante officinali ed aromatiche di questa nuova stagione, info qui: Mamma Party

Per la realizzazione di questa ricetta ho utilizzato l'olio extravergine di ulivi secolari di Luigi Carella, il Riso Augusto di Cascina Artusi, la farina solina di Terre del Tirino ed ovviamente le erbe officinali ed aromatiche del Garden Zanet.