lunedì 28 dicembre 2015

Carciofi: pulizia, proprietà e ricette

Il carciofo: la prima cosa da sapere è che la sua stagionalità è indicativamente tra Novembre ed Aprile. Se desiderate coltivarlo, potete farlo a Giugno.

Pulizia: 
Ricordo la prima volta che ho pulito un carciofo, da ragazzina. Esattamente non ricordo il metodo, ma solo che quando l'amica di mia nonna mi vide farlo, si mise a ridere e mi indicò il modo corretto! Rimasi affascinata, potrà sembrare sciocco ma restai a bocca aperta dalla bellezza delle foglie croccanti, dalla velocità in cui se ne liberava cercando quelle più tenere; un pò stupita dal grande scarto*.
Ieri nella pagina facebook, una lettrice mi ha scritto di non amare molto la fase di pulitura del carciofo, chiedendomi di illustrarle il metodo. Non appena possibile preparerò un breve video per mostrarvi come Maria, l'amica di mia nonna, mi ha insegnato a farlo.

Posso però iniziare a spiegarlo per iscritto:



  • Eliminiamo la parte più dura del gambo con l'aiuto di un coltello, poi, con le mani, stacchiamo le foglie esterne più dure, di solito si fanno un paio di giri.
  • Appoggiamo il carciofo sul tagliere in posizione orizzontale ed andiamo a fare un taglio netto con un coltello eliminando tutte le punte.
  • Ora sbucciamo lievemente il gambo e sempre con l'aiuto di un coltello togliamo la base delle foglie dure che abbiamo tolto precedentemente. 
  • Dividiamo il carciofo a metà per il senso verticale e con la punta di un coltello andremo ad incidere per prelevare la barbetta
  • Mettiamo i carciofi dentro una terrina con acqua fredda ed il succo di mezzo limone spremuto per evitare che annerisca. Li terremo a bagno fino al momento della preparazione, scolandoli dall'acqua.
*Gli scarti: Come detto prima, le foglie più dure ed il gambo vanno scartati, ma non buttati. Si possono infatti adoperare per preparare infusi da bere a digiuno, mattina e sera, con lo scopo di depurarsi. La bevanda sarà molto amara, eppure a me piace tantissimo!

Che dire delle proprietà?
I carciofi stimolano il fegato, calmano la tosse, purificano il sangue, fortificano il cuore, dissolvono i calcoli renali. Sono ipocalorici, indicati nelle diete dimagranti, depurano, stimolano la diuresi. Pare siano indicati anche in caso di tumore.
Insomma le proprietà sono veramente tantissime.

Ricette:


Si possono consumare sia cotti, che crudi in insalata -solo se molto freschi e teneri-

Allego le ricette con carciofi che ho già pubblicato in passato, ma inserirò di tanto in tanto le nuove.



Per non perderle, tenete d'occhio questo link, oppure iscrivetevi alla newsletter in modo da ricevere gli articoli direttamente in posta elettronica.

Elenco ricette:

  1. Lasagna ai carciofi
  2. Riso Venere con carciofi
  3. Carciofi ripieni
  4. Cuori ripieni di vellutata di carciofi


Stefania Cunsolo - stefycunsyinyourkitchen 



2 commenti:

Lorenzo ha detto...

Ottimi i carciofi, utile post.

Anna ha detto...

Grazie delle preziose indicazioni.

Anna, la lettrice che non ama la pulizia dei carciofi.