domenica 11 ottobre 2015

Carnaroli alla Zucchina Patisson Blanche e Zafferano di Navelli


Solo prodotti genuini e di alta qualità possono generare piatti incredibili!
Ed ovviamente solo prodotti italiani, senza pesticidi chimici come piace a stefycunsyinyourkitchen.

La Patisson Blanche è una varietà particolare di zucchina, molto dolce e delicata, che ho deciso di abbinare ai sapori più forti e decisi dello Zafferano di Navelli, del quale vi avevo parlato in questo post, raccontandone la storia del produttore e la Cipolla Rossa di Tropea.



Il Carnaroli è sempre lo stesso of course, quello di Cascina Artusi, coltivato in provincia di Novara secondo il metodo di agricoltura integrata, lavorato e confezionato a mano direttamente in Laboratorio per garantire profumo e fragranza del cereale.

Allego le informazioni che vi avevo trasmesso in un recente articolo, sulla preparazione di un buon risotto:

Quali sono le regole per un buon risotto?
  • La materia prima: il riso. Arborio per risotti dal chicco grande per un risotto morbido e vellutato grazie all'abbondante quantità di amido. Carnaroli dal chicco ben separato e consistente.
  • Il brodo: Rigorosamente preparato in casa con ortaggi freschi
  • Un buon soffritto: preparato con un olio di alta qualità, spremuto a freddo, come il mio preferito, da ulivi secolari pugliesi, di Luigi Carella
  • L'amore: per preparare un risotto occorre avere tempo, calma, amore e passione. Non possiamo mettere su il risotto ed allontanarci, seppur per pochi minuti. Il risotto ha bisogno di essere guardato, mescolato, controllato ed alimentato gradualmente con il brodo.
  • La mantecatura: la classica è fatta con burro e parmigiano. Noi ne faremo volentieri a meno, dal momento che abbiamo adoperato ingredienti freschi, di stagione ed alta qualità, dunque non occorre impreziosirlo con ulteriori sapori.
Per la realizzazione della ricetta di oggi non ho fatto altro che :
  • saltare la cipolla di tropea tritata con l'olio extravergine e la zucca patisson tagliata a pezzettini, con poco sale integrale;
  • far tostare insieme al condimento il riso, mescolando di continuo;
  • sfumare con del brodo di cottura precedentemente preparato come indicato sopra oppure con del vino bianco;
  • far riposare dei postilli di Zafferano di Navelli in un bicchiere con poco brodo caldo
  • unire gradualmente il brodo fino alla cottura del riso
  • aggiungere, a cottura quasi ultimata, lo zafferano con il suo liquido di cottura
  • mantecare a piacere il risotto e servire

1 commento:

Annalisa ha detto...

Che buono, deliziosissimo, bravaaaaa!!!!!