lunedì 18 maggio 2015

Pasticcini vegan al cioccolato bianco aromatizzato alla lavanda

  
Ci sarà dolcezza in questo 19 maggio...

Il 19 Maggio di 28 anni fa non ci fu nulla di dolce, lei se ne andò senza avvisarmi, senza salutarmi. Quando capii che mi avrebbe lasciata, aveva già gli occhi chiusi e non aveva più le forze di parlare.
Forse in cuor mio non l'ho mai perdonato a chi avrebbe dovuto perlomeno informarmi, anche se ero appena 11enne. C'era il temporale, se ne andò via con i fulmini e la pioggia ed a me restò solo il ricordo di lei, il sorriso ed i suoi dolcetti.
Se oggi fosse ancora qui, apprezzerebbe molto questi pasticcini di pasta frolla al cioccolato bianco e lavanda, con fragoline dolcissime... lei era molto golosa ed un'ottima pasticcera, non di professione, ma di passione, esattamente come me.

Dedico a lei questa nuova ricetta, con l'intento di portare la dolcezza in questo giorno che da 28 anni è solo grigio, triste e cupo. Sono tutti per te mamma

Ingredienti per la frolla:
  • 340gr di farina solina di Terre del Tirino
  • 110gr di zucchero integrale grezzo di canna
  • il succo di un limone spremuto e la sua buccia grattata
  • 70gr olio extravergine di oliva di Luigi Carella
  • un pizzico di bicarbonato
Procedimento:
  • Versare tutti gli ingredienti in una terrina ed impastarli tra loro fino ad ottenere un impasto omogeneo;
  • Stendere la frolla ottenuta tirando una sfoglia e adagiarla sopra agli stampini precedentemente oleati, premere con il mattarello e rivestirli;
  • Far cuocere alcuni minuti in forno caldo, fino a lieve doratura e far raffreddare;
  • Farcire con la crema al cioccolato bianco fredda da frigo e guarnire con fragole fresche.
Il procedimento per la crema al cioccolato bianco aromatizzata alla lavanda, la trovate qui, vi consiglio di prepararla un giorno prima in modo che rapprenda e sia ben fredda al momento della farcitura.


3 commenti:

elicada ha detto...

Tesoro un bacio grande...

Anonimo ha detto...

Specials delicious, presto saranno miei, thanks :-)
Lorenzo D.

Carla ha detto...

Cara Stefania, anche io ho perso la Mamma prematuramente, non così presto come te, per questo mi ritengo già più fortunata. Ora capisco da dove vengono la tua determinazione e la tua grande umanità. La tua è stata una Mamma speciale che è riuscita, sebbene in pochi anni, a trasmetterti valori così forti da fare di te una figlia brava e virtuosa. Hai saputo costruirti la tua vita e fare le scelte giuste contando sulle tue sole forze e questo ti fa onore.
Lei sarà orgogliosissima di te. Userò i tuoi dolcetti da dedicare alla mia Mamma e sicuramente, quando li mangerò, non potrò trattenere le lacrime pensando alle sofferenze che ci accomunano e che ci faranno sentire, da oggi in poi, ancora più vicine. Ti voglio bene, Carla