mercoledì 31 dicembre 2014

Discorso di fine anno e progetti di stefycunsyinyourkitchen 2015

E siamo arrivati alla fine dell'anno.
Oggi vi racconterò in breve (spero) il mio ultimo anno di blog appena trascorso ed i nuovi.. non propositi.. ma progetti, che è diverso. I propositi non si realizzano quasi mai, mentre i progetti sono impegni che noi ci assumiamo, sono le scommesse che facciamo con noi stessi e se anche voi siete un pizzico "orgogliosi" come lo sono io, beh non potete assolutamente permettervi di fallire.
Ho preso una decisione durante l'ultimo mese di questo anno.
Ho deciso, insieme a mio marito, di licenziarmi e dedicarmi totalmente al lavoro che il blog mi sta dando. Per chi non lo sapesse (credo pochi, visto che ne parlo spesso) lavoro saltuariamente presso un'azienda piemontese, il che mi ha portata per circa 3 anni a fare continue trasferte e fermarmi a Torino alcune settimane lontana da casa, marito, gatti e cucina.
Un lavoro pesante per i continui viaggi e la lontananza dalla mia vita vera, ma un lavoro con dei titolari e colleghi che stimo ed apprezzo ed al quale voglio tanto bene, anche ai nuovi arrivati, che mi mancheranno molto. Un ambiente giovane, molto colorato e divertente, dove la fatica spesso passa in secondo piano quando ti trovi bene e lavori in mezzo a cose belle. Ma sapevo che non poteva durare per sempre, che questo lavoro mi portava a trascurare le cose lasciate in provincia di Novara e lo stesso blog ne risentiva. Una decisione pensata per tanto tempo ed alla fine è arrivata.

Il 16gennaio sarà il mio ultimo giorno di lavoro (occorre pensare ad una torta di addio..) e potrò finalmente dedicarmi esclusivamente alle mie passioni ed ai miei doveri-piaceri.

Da questo 2015 infatti, stefycunsyinyourkitchen sarà la mia unica fonte di "guadagno" e per questo dedicherò molto più tempo a voi ed all'organizzazione dei miei corsi, che organizzerò, spero, una volta al mese o quasi.
Ma prima di spiegarvi IL PROGETTO 2015, vi racconto cosa ho fatto nel 2014. Intanto vi dico che in un anno esatto la mia pagina facebook ha registrato 1.292 likes in più, arrivando oggi a 3.619, mi sono dedicata forse di più a caricare contenuti nella pagina fb che non nel blog. Gli articoli scritti infatti sono solamente 81 e non tutte sono ricette. Ho voluto raccontarvi tante cose, recensire qualche ristorante, presentarvi le Aziende che stimo, divenute miei sponsor. Collaboro infatti con alcune di loro, le quali mi inviano in omaggio o con prezzi scontati le loro primizie, tutte coltivate e realizzate senza l'uso di pesticidi chimici e per me è per prima cosa un onore parlarvi di loro, perchè prima di scrivere, devo amare, apprezzare ciò che fanno e come lo fanno e solo quando c'è stima, si può scrivere un articolo positivo su di loro. Purtroppo non di tutti ho avuto il tempo di scrivere e questo sarà uno dei progetti imminenti, datemi il tempo di organizzarmi. Ve li elenco al volo:

  • Terraculta di Parente Rita - legumi, conserve di erbe spontanee sott'olio di produzione propria e molto altro - "coltiviamo la terra secondo i criteri di macrobiotica metodo di coltivazione naturalistico senza uso di concimi o prodotti chimici di varietà antiche" 
  • Olio e Vino direttamente dal contadino di Luigi Carella - olio extravergine di oliva, vino primitivo, mandorle e molto altro - "Produzione come si faceva anticamente, in maniera naturale, genuinia ed onesta, da ulivi secolari" 
  • Farina Bona di Ilario Garbani - farina di mais tostata con la quale si producono meravigliosi gelati, grissini, pasta fresca e molto altro
  • Terre del Tirino di Alfonso D'Alfonso - Coltivazione grani antichi ma i trattati chimicamente, con poco glutine, farina solina di tipo 1 e 2, polenta puls, legumi, pasta e molto altro - "La Solina è preziosa perchè è una varietà di frumento a basso tenore di allergeni, ha meno glutine ed un glutine di diversa qualità, più digeribile. E' ricca di fibre ed è la vera farina di una volta. E' caratterizzata da un sapore intenso e da un particolare profumo di montagna, ha alti valori nutrizionali ed un gusto senza eguali. E' considerata "la mamma di tutti i grani" 
  • Le Furezze di Francesca Iseppato - biscotti biologici artigianali "I nostri biscotti nascono dalla percezione che associa il dolce al peccato di gola promuovendo una pasticceria nutrizionalmente bilanciata ed emotivamente buona attraverso un alimento che porta con sè una ricca tradizione nella nostra storia culinaria. Essi sono il frutto dell'attenta selezione degli ingredienti, della combinazione armonica tra di essi e della passione con cui le ricette sono create ed eseguite
  • Veg-Up di Martina Valsesia - prodotti artigianali vegani senza ogm, consegna a casa tua e ricerca collaboratori in tutta Italia "chiudere un negozio ben avviato nel centro del paese per inseguire il sogno di "veganizzare l'Italia" direi di poter descrivere Martina così.... ma approfondirò presto in nuovo articolo la sua mission!"
  • Naturalmente Contadini di Carmelo, Francesco e Orazio - produzione di arance siciliane senza trattamenti chimici, giovanissima Azienda, in tutti i sensi - "Nata dalla volontà di trasmettere un concetto di ecosostenibilità condivisa e raccontata attraverso i frutti che producono, capaci di dire NO alle logiche commerciali del "prendere o lasciare" imposte dalla grande distribuzione organizzata, favorendo invece come modello economico la filiera corta"
In arrivo nuove collaborazioni definite ma non ancora "pubbliche"

Gli eventi di stefycunsyinyourkitchen del 2014:
Cliccando sul nome dell'evento troverete la descrizione e le fotografie.

  • a dieta con gusto : 7 giugno - corso di cucina dietetica e senza glutine pensato a seguito dei 12kg persi in 6 mesi di dieta seguita dalla Dietista-Nutrizionista Nicoletta Chiornio. Per chi non ha potuto partecipare di presenza al corso ho realizzato dei libretti con la descrizione della mia esperienza, ricette, curiosità in cambio di una donazione a piacere. Ai più generosi è stata inviata anche della marmellata realizzata con la frutta del giardino di mia suocera o altri doni, come l'olio di Luigi Carella, di cui parlerò dopo.
  • corso sul gelato vegano : 26 luglio - corso tenuto da Luca Musolesi, pranzo vegano preparato da me. Un corso molto tecnico-scientifico, interessante, realizzato da chi sta studiando e progettando il suo futuro per un'ideale forse... un sogno, un PROGETTO
  • always in my kitchen : 22 novembre - corso di pasticceria vegana con specialità senza zucchero e senza glutine organizzato con la partecipazione di Francesca Antonielli del laboratorio di pasticceria Always me. E' stato un corso veramente stupendo, che spero di ripetere in futuro!
  • dimostrazione pratica di un pranzo di Natale Vegan presso il Garden Zanet di Prato Sesia (NO) - 30 novembre : un piacevole incontro, quello fatto con Laura e MariaTeresa, che mi hanno permesso di portare letteralmente la mia cucina al Garden e presentarla e farla degustare ai presenti. Spiegare qual è l'idea di cucina natural.vegana di stefycunsy è stato un onore per me ed un piacere per i presenti, che hanno apprezzato ed accolto il mio messaggio.
E che dire delle videoricette?!
Arriveranno presto. Ne ho registrate già alcune, a casa di alcuni lettori che mi hanno ospitata nella loro cucina ed insieme abbiamo preparato i piatti scelti da loro. Sono in attesa di montaggio.

PROGETTO STEFYCUNSYINYOURKITCHEN 2015

  1. Archiviazione ordinata delle ricette nel blog, si accettano suggerimenti;
  2. Restyling del blog, ci sono già le idee;
  3. Corsi di cucina naturale, si accettano richieste e proposte presso la mia location in provincia di Novara o da voi, a richiesta;
  4. Corsi in collaborazione con professionisti di settore: dietisti e nutrizionisti, blogger, aziende agricole etc, accettasi proposte;
  5. Corsi di cucina online. Progetto in fase di lavorazione, due progetti differenti in lavorazione;
  6. Apericena e brunch domenicali presso la mia location in provincia di Novara o da voi, a richiesta;
  7. Registrazione videoricette presso la vostra cucina;
  8. Autoproduzione di conserve, succhi e marmellate con i prodotti del mio orto e del giardino di mia suocera per voi, su prenotazione;
  9. Incontrare lettori ed Aziende per condividere, conoscere, imparare, barattare, crescere insieme;
  10. Progetti in fase di lavorazione dei quali non vi parlo per scaramanzia, sono almeno 5 :P
Spero di non essermi dilungata troppo, spero di non pretendere troppo da me stessa, vi auguro di essere felici e di poter fare le cose che più vi piacciono, come sta accadendo a me, grazie al sostegno, vicinanza, collaborazione e stima che ricevo da mio marito, mia suocera Enza e da te che stai leggendo, senza i quali questi progetti non potrebbero esistere.

E soprattutto grazie a Sandro Pizziolo, autore non solo del logo del mio blog, ma di questo stupendo disegno che ritrae e descrive alla perfezione la mission di stefycunsyinyourkitchen.
I colori del disegno sono a cura di Alessandro Alessi Anghini.

Per consigli, richieste, proposte:
stefycunsy@live.it
Cell. 3207159087

BUON ANNO A TUTTI!


lunedì 29 dicembre 2014

Orecchiette in grano arso con cime di rapa


Oggi dal verduriere abbiamo trovato delle freschissime cime di rapa. Ci siamo ricordati di avere in dispensa delle stupende orecchiette in grano arso e la cena di questa sera era praticamente già fatta... Vi racconto la ricetta di mia nonna, pugliese doc. Me l'ha spiegata telefonicamente lo scorso anno, è semplicissima. Mi dispiace di non aver fotografato le orecchiette in grano arso prima della cottura.. le ho trovate da un ragazzo che esponeva al mercatino di Natale del mio paese, a Cureggio.

Ingredienti:
  • cime di rapa fresche
  • uno spicchio d'aglio
  • peperoncino
  • olio extravergine di oliva (io uso quello pugliese di Luigi Carella)
  • sale integrale
  • orecchiette
Procedimento:
  • mettere su l'acqua di cottura in una pentola alta e stretta
  • pulire le cime con un coltello, partendo dal fondo e tirando il filo in tutti i lati
  • lavare le cime e farle a pezzi
  • quando l'acqua bolle, salare e versare le cime, girare bene e far cuocere circa 15minuti.
  • scolare le cime e farle sgocciolare dall'acqua in eccesso
  • nell'acqua di cottura delle cime versare le orecchiette e portare a cottura
  • in una padella capiente, versare un paio di giri di olio extravergine di oliva, il peperoncino, la testa d'aglio schiacciata e le cime, facendo saltare il tutto
  • quando le orecchiette saranno cotte, scolarle direttamente in padella, mescolare bene e servire ben calde
  • io le ho gustate con il vino primitivo di Luigi Carella, più pugliese di così non si può 
Buona cena a tutti


martedì 9 dicembre 2014

Pennoni rigati solina al pesto di pomodori secchi - con foglie di broccoli


Terre del Tirino mi aveva omaggiato di questi pennoni di grano solina, un grano antico mai trattato chimicamente di loro produzione, in fiera, al Salone del Gusto torinese.
Cercavo un condimento speciale per presentarveli e finalmente l'ho elaborato.
Ho preparato un pesto con pomodori secchi sott'olio frullandoli insieme a delle foglie di broccoli scottate in acqua bollente. Un pesto delizioso, sfruttando parti di ortaggi spesso cestinati in cucina.

Se non lo avete già fatto, vi invito a leggere il mio articolo sulla farina di grano solina, ne sto parlando molto spesso da quando l'ho conosciuto, poichè l'apprezzo molto: finalmente un grano autoctono che si rispetti e nella mia cucina da ora in poi non entrerà altro, quando inizierete ad usarlo anche voi scoprirete il perchè!

Ma ora veniamo alla ricetta!

Ingredienti per due persone:
  • 140gr di pennoni rigati solina 
  • 5 pomodori secchi
  • alcune foglie di broccoli, le mie erano 5 di piccole dimensioni
  • un cucchiaio di olive taggiasche
  • una manciata di mandorle con buccia
  • sale integrale
  • olio extravergine, io uso rigorosamente quello di Luigi Carella 
  • a piacere uno spicchio d'aglio piccolo
Procedimento:
  • Scottare le foglie dei broccoli in acqua bollente salata (che conserveremo per la cottura della pasta) per pochi minuti, dopo averle tritate al coltello
  • Mettere in un mixer le mandorle, tritandole grossolanamente e metterle da parte
  • Mettere nel mixer il resto degli ingredienti: pomodori, olive, aglio, olio extravergine e le foglie dei broccoli sbollentati
  • Frullare bene tutto fino ad ottenere un pesto, valutate voi se farlo ben liscio o se lasciarlo un pò più rustico
  • Far cuocere la pasta nell'acqua di cottura delle foglie di broccoli, scolare e condire con il pesto ottenuto, spolverando con le mandorle tritate.
Ecco i pennoni prima della cottura:




domenica 7 dicembre 2014

Biscotti naturali : Pietrucce ceci e mandorle de Terre del Tirino


Buongiorno a tutti!
Oggi ho iniziato la giornata con un buon tè al gelsomino, aromatizzato con zenzero, cannella, anice stellato, chiodi di garofano e buccia di arancia. Un tè delizioso che necessitava di un accompagnamento meritevole. Ho così preso dalla dispensa uno dei doni che l'Azienda Terre del Tirino mi ha inviato: le pietrucce ceci e mandorle.
Quale accostamento migliore per il mio tè?!

Le pietrucce sono realizzate con i prodotti che l'Azienda in questione produce autonomamente in Abruzzo; quale ingrediente migliore se non la genuinità, la cura e l'amore presenti nella loro terra non contaminata dalla chimica?!

Le pietrucce sono delicate e deliziose al palato, a loro consistenza è degna del tipo di farine utilizzate, non raffinate e colme di fibra, quella vera che non ci gonfia nè ci appesantisce ma ci nutre.

Ho apprezzato molto questo dono, sono dei biscottini deliziosi, sotto tutti i punti di vista.
Vi elenco gli ingredienti, anche se potrete leggerli voi stessi nella foto che segue. Purtroppo tra questi compaiono le uova, ma confidiamo che in futuro l'Azienda possa creare anche dei biscottini vegan in modo da accontentarci tutti! Le prime due farine sono di produzione dell'Azienda stessa, quindi potrete immaginarne la qualità ed il sapore...
  • farina di ceci
  • farina solina
  • uova
  • zucchero di canna
  • mandorle
  • olio extravergine
  • lievito
  • aroma 
Le pietrucce saranno perfette per i vostri regali di Natale!
Grazie a Terre del Tirino, che oltre a coltivare grani antichi senza concimi chimici, produce anche prodotti di alta qualità come questi meravigliosi biscottini!

Invece di acquistare biscotti ai supermercati, che contengono coloranti,  farine raffinate, conservanti ed olii vegetali di pessima qualità, rivolgiamoci ad Aziende Italiane che fanno bene il loro lavoro, promuovendo l'economia italiana e limitando l'inquinamento..

venerdì 5 dicembre 2014

Pranzo di Natale Vegan - al Garden Zanet


"Ciao Stefania, faccio parte di una associazione olistica nata in Brasile da un gruppo di operatori Italiani, si chiama Nucleo Gaia. Da poco attivi in Italia, cerchiamo di sensibilizzare le persone ad uno stile di vita più armonioso, etico e consapevole con conferenze, corsi ed eventi, Con questi obiettivi Domenica 30 novembre abbiamo organizzato un evento a Prato Sesia presso GARDEN ZANET. Abbiamo attrezzato e messo in piedi una cucina vera e propria dentro una serra. Si tratta di cucinare un pranzo di natale vegano. e spiegare i motivi per i quali diventare vegani. Successivamente organizzare un corso vero e proprio di cucina vegana."

E' cominciato tutto con la ricezione di questo messaggio nella mia casella di posta, al quale ho subito risposto, entusiasta. Sono seguiti ulteriori messaggi e telefonate fino ad arrivare all'organizzazione vera e propria del mio pranzo di Natale Vegan.
Come spiegato sopra, la location era situata presso il Garden di Prato Sesia, il Garden Zanet, in provincia di Novara.
Ho avuto pochissimo tempo per elaborare il mio menu, dovevo inserire delle pietanze di grande effetto ma semplici e veloci da preparare poichè per preparare questo menu, dall'antipasto al dolce, avevo a disposizione solamente due ore ed ero da sola nel gestire tutta la cucina.
Inoltre il mio obiettivo era dimostrare ai presenti che un pranzo vegano si può preparare tranquillamente con ciò che chi segue una cucina tradizionale possiede già in dispensa, dimostrare che non è necessario fare una spesa apposita presso un "negozio vegan" e così ho introdotto nel menu i prodotti sani e naturali, genuini e di stagione che tutti abbiamo nelle nostre case e che la natura ci offre.
Volevo dimostrare che mangiare vegano, per quanto riguarda il concetto di cucina di stefycunsyinyourkitchen, significa anche mangiare sano, equilibrato e naturale.
Per queste ragioni la mia spesa è stata fatta alla Cooperativa "ALLA FONTE" della quale vi avevo già parlato in questo articolo: cooperativa alla fonte.
Inoltre ho portato con me alcuni prodotti che Terre del Tirino mi mette a disposizione generosamente, ovvero la farina di grano solina, un grano antico mai stato trattato chimicamente e i prodotti di Veg-up con i quali ho realizzato la tempura di verdure ed il dolce.
Purtroppo non avevo olio a sufficienza per l'occasione, anche se di solito adopero quello di Luigi Carella, un olio italiano, pugliese, ricavato tramite spremitura a freddo, da piante secolari.
Ho cercato infatti di trasmettere ai presenti l'idea che mangiare vegano significa soprattutto rispettare l'ambiente, promuovere ed acquistare prodotti della nostra terra per smuovere la nostra economia ed inquinare meno, mangiando sano e genuino.

C'erano diverse persone tra i presenti, le quali dopo una breve introduzione e presentazione delle Associazioni Organizzatrici dell'evento, si sono avvicinate al banco della mia cucina ed ho finalmente potuto iniziare a raccontare loro la mia cucina, le mie idee, le mie ricette.
Erano molto interessati, curiosi, prendevano appunti, facevano domande, seguivano con attenzione i vari passaggi.
Adoro fare ciò che mi piace e metterlo al servizio di altri!
Ma la cosa che mi ha lusingato maggiormente è stata la presenza di due donne anziane.
Potevano essere le mie nonne. Loro erano curiose ed interessate, stupite dei piatti che preparavo, mi ricoprivano ogni attimo di complimenti, abbiamo parlato della passione tramandatami dalle mie nonne, la passione di cucinare, di fare la pasta fresca in casa. Ricevere complimenti da donne di una certa età appaga l'anima e lo spirito, è stato come riceverli dalle mie nonne, forse dalla mia mamma.
E ancor di più quando all'assaggio riattaccavano con i complimenti!

Allego qui un paio di foto con le due signore, le trovo stupende!


























Ma veniamo al menu, anche se lo avete potuto visionare nella fotografia di apertura.
Se cliccate sopra la descrizione del menu, troverete anche la ricetta.
Manca solo quella della tempura, che metterò nei prossimi giorni.

E' stata sicuramente un'esperienza gratificante, mi sono trovata benissimo con lo staff del Garden Zanet e il Nucleo Gaia Italia. Sono stati tutti molto efficienti e disponibili. Speriamo di poter ripetere presto l'esperienza.
Per vedere ulteriori fotografie sulla giornata, vi rimando al mio album fotografico dell'evento, che trovate nella mia pagina facebook cliccando qui: foto Pranzo VegaNatalizio 

Ora vi lascio alle indicazioni nutrizionali della Biologa Nutrizionista Silvia Volpi, ecco cosa pensa di alcune delle ricette proposte:
crema di ceci:piatto che fornisce fibre  e fitosteroli utili per ridurre l'assorbimento del colesterolo e gestire la glicemia. fonte di minerali quali Calcio, grazie anche alla salsa tahin -semi di sesamo- e ferro, reso maggiormente biodisponibile dall'aggiunta del limone che fornisce la Vitamina C.
agnolotti di zucca:
la zucca è un alimento di stagione, fonte di carotenoidi, antiossidanti utili tra l'altro nella prevenzione del tumore alla prostata, e precursori della Vitamina A, essenziale per il corretto funzionamento della retina e per il trofismo della cute. la zucca è un alimento anti-insonnia, ad azione calmante, con proprietà diuretiche e depurative e i porri contribuiscono a migliorare la circolazione sanguigna, con un effetto vasodilatatorio. Le mandorle come altra frutta a guscio sono fonte di Calcio e presentano effetti ipo-colesterolemizzanti e antiossidanti grazie alla ricchezza in Vitamina E.
tortino di cardi...:
I cardi come i carciofi sono fonte di fibra (inulina) particolarmente utile a persone che devono gestire la glicemia e il colesterolo o con problemi di stipsi. utili anche come depurativi del fegato.
le nocciole forniscono una buona fonte di grassi buoni (gli Omega 3) che hanno un'azione ipocolesterolemizzante, anti-infiammtoria e ipotrigliceridemizzante.
bon bon alla freschezza di arancia:
contengono ingredienti tutti fonti di antiossidanti, di vitamina C (arancia) e di sostanze ad azione benefica sul sistema  cardiocircolatorio, con il cioccolato che a ciò aggiunge anche gusto e piacere/benessere psichico!