martedì 9 dicembre 2014

Pennoni rigati solina al pesto di pomodori secchi - con foglie di broccoli


Terre del Tirino mi aveva omaggiato di questi pennoni di grano solina, un grano antico mai trattato chimicamente di loro produzione, in fiera, al Salone del Gusto torinese.
Cercavo un condimento speciale per presentarveli e finalmente l'ho elaborato.
Ho preparato un pesto con pomodori secchi sott'olio frullandoli insieme a delle foglie di broccoli scottate in acqua bollente. Un pesto delizioso, sfruttando parti di ortaggi spesso cestinati in cucina.

Se non lo avete già fatto, vi invito a leggere il mio articolo sulla farina di grano solina, ne sto parlando molto spesso da quando l'ho conosciuto, poichè l'apprezzo molto: finalmente un grano autoctono che si rispetti e nella mia cucina da ora in poi non entrerà altro, quando inizierete ad usarlo anche voi scoprirete il perchè!

Ma ora veniamo alla ricetta!

Ingredienti per due persone:
  • 140gr di pennoni rigati solina 
  • 5 pomodori secchi
  • alcune foglie di broccoli, le mie erano 5 di piccole dimensioni
  • un cucchiaio di olive taggiasche
  • una manciata di mandorle con buccia
  • sale integrale
  • olio extravergine, io uso rigorosamente quello di Luigi Carella 
  • a piacere uno spicchio d'aglio piccolo
Procedimento:
  • Scottare le foglie dei broccoli in acqua bollente salata (che conserveremo per la cottura della pasta) per pochi minuti, dopo averle tritate al coltello
  • Mettere in un mixer le mandorle, tritandole grossolanamente e metterle da parte
  • Mettere nel mixer il resto degli ingredienti: pomodori, olive, aglio, olio extravergine e le foglie dei broccoli sbollentati
  • Frullare bene tutto fino ad ottenere un pesto, valutate voi se farlo ben liscio o se lasciarlo un pò più rustico
  • Far cuocere la pasta nell'acqua di cottura delle foglie di broccoli, scolare e condire con il pesto ottenuto, spolverando con le mandorle tritate.
Ecco i pennoni prima della cottura:




1 commento:

Lorenzo ha detto...

Ottimi e gustosi questi pennoni, complimenti.