mercoledì 2 ottobre 2013

Zuppa di fagioli cannellini


La foto non rende giustizia alla bontà di questa zuppa, ma ero così impaziente di mangiarla che non ho dedicato molto tempo al set fotografico....
Una ricetta della quale vi ho anticipato qualcosa ieri nella mia pagina facebook:
Buongiorno! Questa mattina mi sono alzata e ancor prima di prepararmi la colazione ho messo su i fagioli cannellini. Mi è venuto in mente che mia nonna faceva la stessa cosa, mentre noi facevamo colazione con le merendine c'era in cucina una nube per via delle pentole che bollivano di buon'ora. Non sto dicendo che mi sento vecchia, ma che sto imparando ad apprezzare solo oggi le abitudini stupende di mia nonna. Ho sul fuoco dei fagioli cannellini messi a bagno ieri sera, stanno cuocendo con le verdure del mio orto: cipolla, sedano e le foglie dure del cavolfiore, sale integrale e olio extravergine di OLIO E VINO Direttamente dal Contadino by Luigi Carella. Mio marito mi ha detto che mangerebbe la zuppa di fagioli adesso, alle 10,30 del mattino, poichè il profumo è meraviglioso.. Beh questo è il mio modo di augurarvi il buongiorno! Questa sera foto e ricetta nel blog, in omaggio a mia nonna.....

Beh con quelle parole credo di avervi raccontato già tutto, o quasi..
Oltre al meraviglioso olio extravergine di Luigi Carella, avevo dimenticato di citare l'Azienda agricola che ha coltivato con amore e tanta cura questi meravigliosi fagioli cannellini; il merito dei meravigliosi profumi e sapori è infatti sicuramente primariamente dettato dai metodi di coltivazione senza alcun additivo chimico, in una terra stupenda che ho avuto il piacere di ammirare e calpestare con i miei stessi piedi, lo scorso luglio. Stiamo parlando di Mario e Rita dell'Azenda Agricola Terraculta 

Detto questo, che mi sembrava il minimo, in quanto ho grande stima per il lavoro di queste persone, che lo fanno con amore e passione, veniamo al mio amore e alla mia passione nel creare questa stupenda zuppetta!

Vorrei non essere dettagliata nella lista degli ingredienti, vorrei dirvi: "usate ciò che avete in casa e otterrete una zuppa originale e diversa ogni volta!" ... ma so che tanto me lo chiederete: "come l'hai fatta?!"
Ecco qui:

Ingredienti direttamente dai prodotti del mio orto:
Cipolla bianca, foglie dure di cavolfiore, sedano.
Ovviamente sale integrale, olio extravergine di oliva, fagioli cannellini e un pezzettino di alga wakame.
n.b. : l'alga wakame non è l'alga per rendere i fagioli più digeribili, ovvero la kombu. Ma è l'alga da zuppa.

Procedimento:
La prima cosa da fare è sciacquare i fagioli cannellini e metterli a bagno diverse ore prima, fino a raddoppio.
Io li ho lasciati tutta la notte e li ho messi in cottura appena sveglia al mattino, con abbondante acqua fredda, le verdure tagliate sottili e l'alga. Ho lasciato cuocere molto lentamente, a lungo, diciamo oltre un'ora, ma regolatevi voi, quando è pronto ve ne accorgete assaggiando un fagiolo.
A metà cottura unite il sale e l'olio extravergine. 
Servite ben caldo.

Non serve altro: nè il dado da cucina, nè altre robe strane in vendita nei supermercati per dare sapore.
Il sapore vero, quello genuino e profumato è dato dall'alta qualità dei prodotti che vi ho citato. Scegliete bene ciò che acquistate, cucinate con amore, con passione, con calma e pazienza, il resto viene da sè!

3 commenti:

elicada ha detto...

questa zuppa è perfetta per una giornata come questa dal cielo grigio...color pioggia!
purtroppo non sono riuscita a comprare da terraculta, invece l'olio (spaziale! l'ho già detto?) di Luigi l'ho comprato immediatamente.
Buona giornata e buona zuppa ;o)

Maurizia Le Ricette per gli amici del Pozzo Bianco ha detto...

Bella zuppa Stefy! Ho comperato anch'io l'alga Kombu per cuocere i legumi..... mi preparo per le cene autunno-inverno!

Stefania ha detto...

che buona!!! poi quando inizia l'inverno vado pazza per le zuppe ;)