venerdì 18 gennaio 2013

Fette biscottate integrali al caffè - con pasta madre


Era da parecchio tempo che desideravo cimentarmi nella preparazione delle fette biscottate e finalmente è arrivata la ricetta giusta! Me l'ha passata una lettrice, Alessandra, la quale l'aveva trovata in questo sito e così non appena la pasta madre è risultata ben attiva e piena di alveoli, ho cominciato! Rispetto alla ricetta originale ho apportato delle modifiche nei tempi di tostatura, aumentato i tempi di lievitazione, ho eliminato l'uovo ed ho usato il caffè al posto dell'orzo solubile, in quanto l'unico caffè d'orzo che avevo a disposizione era lo yannoh, troppo grezzo e spesso (lo yannoh è una bevanda simile all'orzo, contenente legumi e cereali)
Ad ogni modo, veniamo alla ricetta:

Ingredienti:
115gr di acqua
115gr di latte vegetale - io ho usato soia naturale
200gr di pasta madre
75gr di zucchero integrale grezzo di canna
5gr di sale integrale
7gr di malto d'orzo o miele
28gr di olio di riso o girasole spremuto a freddo
470gr di farina integrale (o se preferite semintegrale, tipo 1 o 2)
5gr di caffè oppure orzo solubile - attenzione: da inserire per ultimo

Procedimento:
In una terrina capiente inseriamo tutti gli ingredienti ad esclusione del caffè (o orzo solubile) partendo da quelli liquidi, quindi inseriremo la farina per ultima e lo faremo gradualmente, magari 200gr per volta, amalgamando bene con l'aiuto di un frustino per evitare la formazione di grumi. Quando l'impasto non ha ancora preso la forma perfettamente consistente, ne prendiamo una quarta parte e la mettiamo in una terrina, impasto al quale inseriremo il caffè affinchè diventi di colore scuro. Per aiutarci, potremo amalgamare il caffè in un dito d'acqua dentro un bicchiere, mescolando bene e successivamente lavoriamo bene l'impasto, al quale, se necessario, uniremo poca farina.

spero sia chiaro!!!!! ... sigh!

In buona sostanza otterremo 2 impasti: uno più grande, bianco ed uno più piccolo, scuro. Li lavoriamo per bene, separatamente e quando avremo ottenuto due bei panetti soffici, li mettiamo dentro due terrine a lievitare fino al raddoppio.
Se, come nel mio caso, gli impasti faticano a lievitare, mettiamoli dentro il forno spento con dentro un pentolino di acqua bollente ed in casi estremi... anche la lucina del forno accesa. Io ho preparato questo impasto in una giornata molto fredda, mentre nevicava, l'impasto faticava a lievitare, così l'ho anche ripreso, rilavorato con le mani per alcuni minuti, valutate voi se può servirvi quest'ulteriore lavorazione. 
Dunque, quando l'impasto sarà perfettamente raddoppiato o comunque gonfio, stendete con un mattarello entrambi gli impasti, separatamente. Quando avrete ottenuto due sfoglie, le sovrapponete: quella scura sopra a quella chiara e le attaccate bene l'una con l'altra passando ulteriormente il mattarello sopra, affinchè diventino "tutt'una". Più sarà sottile, più giri farete arrotolandoli, più verrà alto e pieno di spirali! A questo punto arrotolate fino ad ottenere un rotolo (giri di parole!?) e gli date forma e dimensione affinchè entri comodamente nel vostro stampo da plum cake. Lo lasciate lievitare nuovamente fino a raddoppio. Quando il nostro rotolo sarà bello alto possiamo infornare: forno caldo, temperatura 160° per circa 40 minuti. Comunque controllate voi quando è cotto. Una volta che il nostro "plumcake" sarà cotto, lo lasciamo raffreddare per bene, anche qualche ora. Dopodichè lo fate a fette sottili e le tostate infornandole per pochi minuti a 140°. Tenete presente che quando si saranno raffreddate, tenderanno ad indurirsi, quindi non è necessario che le tostiate troppo in forno, bastano davvero pochi minuti, appena un attimo prima che inizino a dorarsi.
Caratteristico il disegno che il caffè va a formare, a spirale... il sapore? Ragazzi a me sono piaciute un sacco! Sarà che la soddisfazione di fare delle fette biscottate in casa è grande, soprattutto quando il freddo ti mette i bastoni tra le ruote rallentandone il processo di lievitazione... ma come ho scritto nel mio profilo facebook mentre le preparavo: è facile lavorare un impasto con farina "00" e con il lievito di birra, ma è molto più soddisfacente faticare, ma con ingredienti naturali, come natura crea. Tornando al sapore.... a me sono piaciute moltissimo, le farò ancora e sicuramente le perfezionerò, varierò i gusti, magari con le arance... vedremo... ad ogni modo, provatele e fatemi sapere. Io voto sempre per il "fare le cose in casa" e boicottare i supermercati, che ci mettono dentro conservanti, coloranti, additivi, zuccheri, aromi ed altre cose inutili. Voi cosa ne pensate?!

Una volta fatte, conservatele dentro barattoli di latta o vetro.

27 commenti:

Annalisa ha detto...

Con la pasta madre?? Bellissima idea e bellissimo risultato, brava!!!!!

Sara ha detto...

grande Stefyyy...alle fette biscottate fatte in casa non avevo mai pensato.. brava!!!

Anonimo ha detto...

Grande Stefy!!! Stasera rinfresco la mia pasta madre e domani mattina "vai di impasto"!! Mi piace il tuo suggerimento di passare il mattarello sui due impasti per unirli bene (io non l'avevo fatto) e comunque anch'io non avevo messo uova. In effetti, adesso che ci penso, i miei impasti non erano proprio raddoppiati e forse è anche per questo che le mie fette erano quasi marmoree! Importante è sicuramente la "biscottata" finale. Grazie per avermi citato nella tua ricetta e grazie per i tuoi consigli, ti farò sapere il mio risultato e le eventuali differenze con il mio precedente esperimento. Un grande abbraccio. Alessandra.

Patrizia ha detto...

Bella questa ricetta! la voglio provare!!! e se al posto del caffè d'orzo solubile (sono sprovvista)uso la farina di carruba? Dovrebbe prendere anche un buon sapore, cosa dici?

**stefycunsy** ha detto...

Ciao Annalisa, grazie.
Sì... pasta madre sempre e comunque nella mia cucina, anche in giornate difficili come quella in cui ho messo a lievitare le fette. Ma ce l'ho fatta! Preferisco insistere con gli ingredienti naturali e magari faticare un pò piuttosto che usare metodi ed ingredienti che vanno contro le mie idee. Panificare con lievito di birra e farine raffinate è facile, ma la soddisfazione di aver insistito ed ottenere ottimi risultati è impareggiabile!
Ciao Sara, era da tempo che desideravo realizzarle, ed eccovele qua!
Dai Alessandra, ritenta e tienimi aggiornata! Patrizia sì perchè no, prova pure con la farina di carruba, ma non so consigliarti in quanto non l'ho mai adoperata.

Guerino ha detto...

ciao stefy
ottima l'idea dell'impiego della pasta madre per fette biscottate,brava ripropongo la tua ricetta e ti faccio sapere.
Ciao Guerino

**stefycunsy** ha detto...

Ciao, grazie, sì fammi sapere, mi fa piacere!

annalisa ha detto...

che bella ricetta e sono venute meravigliosamente bene..bravissima!!!

Simona Mastantuono ha detto...

proverò anchio a fare le tue magnifiche fette biscottate grazie per le dritte

Emanuela Ricami di pastaafrolla ha detto...

Bellisima la tua ricetta, vorrei avere il tempo di provare queste leccornie....bravissima, il tuo blog è veramente molto bello e ti seguo con piacere!! A presto Emanuela

elicada ha detto...

No dai! Dì la verita che quelle della foto sono le fette della famosa marca...con la gallina...
;o)
Sono davvero perFETTE!!!
ihihih

maria savino ha detto...

wuauuuuu ma sono bellissime!!! complimenti davvero sono perfette!
a presto Maria

**stefycunsy** ha detto...

grazie ragazze! :)

Anonimo ha detto...

domenica scorsa ho provato a fare le tue famose fette biscottate , e mi sono anche venute bene, ottime istruzioni. Un solo problemino le mie passando i giorni diventano molli forse ho sbagliato i tempi di tostatura.Grazie per il lavoro che fai Mary

**stefycunsy** ha detto...

Ciao Mary, sono contenta ti siano piaciute!
Dove le hai conservate e dopo quanti giorni sono diventate molli?

prossima volta mandami le foto! ;)

Anonimo ha detto...

le ho messe in biscottiera di latta dove tengo anche i biscotti, comunque le ho fatte domenica e martedì erano morbidine,penso che incida anche il tempo qui a Bruino (to) piove tutti i giorni.Ciao Mary

**stefycunsy** ha detto...

Diciamo che non possiamo pretendere di ottenere risultati identici a quelli di un pasticcere o di un'azienda che confeziona tali prodotti per vendite a lunga scadenza. Per ottenere tali risultati spesso e volentieri questi devono inserire ingredienti poco naturali ma vogliamo mettere la soddisfazione di aver fatto tutto noi da sole.. in casa.. per la nostra famiglia?! :-D l'unico consiglio che posso darti per ovviare al problema è di tagliarle il più sottile che puoi. Grazie per aver provato la mia ricetta. Questo mi gratifica e mi tiempie di gioia immaginarti nella tua cucina a pasticciare. Per questo voglio vedere le vostre foto ! Ciao a presto !

Anonimo ha detto...

Penso che tu abbia ragione sono troppo spesse le ho paragonate ad una fetta biscottata comprata ed effettivamente è quasi il doppio come spessore; Per quanto riguarda le foto appena riesco a capire come fare te le mando io non sono proprio portata per le cose tecnologiche.Ci tenevo solo dirti che grazie a te sono finalmente riuscita a crearmi la pasta madre e a farmi il pane e tutte le volte mi stupisco di quanto mi viene buono assolutamente non acido:Domenica farò i tuoi biscotti, tra l'altro ieri sera ho fatto gli gnocchi di cous cous buoni buoni!! Insomma ormai cucino solo con le tue ricette.ciao a presto spero con le foto!

**stefycunsy** ha detto...

Ciao Mary sono proprio contenta!
Sapere queste cose mi fa felice!
Le foto delle mie ricette realizzate dai miei lettori le puoi mandare o su facebook nel mio profilo o via mail: stefycunsy@live.it

Nel caso dei biscotti, a differenza delle fette biscottate, se li fai leggermente "altini" sono più goduriosi :)

elicada ha detto...

fatte ieri! ho usato del cacao al posto di orzo/caffè perchè non avevo nè l'uno nè l'altro, ma una gran voglia di farle e assaggiarle e la pasta madre..."scalpitava".
sono buonissime, mi sono venuti due rotoli e ne ho biscottato uno solo, l'altro lo abbiamo assaggiato morbido ed è strepitoso, come del resto le fette.
Per le foto...prima o poi mi organizzo, abbi fede!

**stefycunsy** ha detto...

Sono molto contenta !!!!

Valentina ha detto...

Sto cercando questa ricetta da qualche giorno :)
Se togliessi olio e zucchero? Che ne dici?

**stefycunsy** ha detto...

Ciao Valentina, perchè vorresti togliere olio e zucchero?

Le quantità sono minime, se non hai particolari problemi ti consiglio di metterle, poichè non li sentirai nemmeno!

Diversamente, fai pure un tentativo, ma non garantisco sul risultato.. :)

Anonimo ha detto...

Fatte oggi:fantastiche!!!! Grazie mille!!

**stefycunsy** ha detto...

Oh mi fa piacere!
Se hai fatto delle foto me le potresti inviare attraverso facebook o via mail: stefycunsy@live.it

Cimipastamadre ha detto...

Fatte sta sera, non mi sono venuti i due colori ma ci riproverò a breve. Dire 'incredibilmente buone' è decisamente riduttivo. Grazie x l'ottima ricetta, spero si mantengano x 5 giorni. Tu come le conservi?

**stefycunsy** ha detto...

ciao!
Mi fa molto piacere ti siano piaciute!
Puoi conservarle in vasi di vetro oppure in scatole di latta con coperchio.
Se sei sprovvista di entrambe puoi conservarle anche in un cestino, coperte da un tovagliolo, dovrebbero conservarsi un pò..
Mi piacerebbe vedere le foto, se ne fai qualcuna puoi inviarmela attraverso la mia pagina facebook "stefycunsyinyourkitchen" ;)