sabato 25 agosto 2012

Sorbetto vegan ribes e lamponi - Vegan blackcurrant and raspberry sorbet

Dopo i vari esperimenti con i gelati, mi sto dedicando ai sorbetti.
Perchè il sorbetto è sempre e solo al limone o alla mela verde, nei ristoranti?
Vi proporrò alcune varianti, con la frutta di stagione.
Il giardino di mia suocera è pieno di frutti di bosco e così è nato il mio sorbetto ai lamponi e ribes rosso.

Ingredienti per 4 persone:
190gr di lamponi
60gr di ribes rosso
75gr di acqua
75 gr di succo di mela
2 cucchiaini di zucchero integrale grezzo di canna (facoltativi, dipende dalla maturazione e dunque dalla conseguente dolcezza della frutta)

Procedimento:
Mettere tutti gli ingredienti in un boccale dai bordi alti, passare al minipimer e mettere in gelatiera per 15/20 minuti.

Nota molto importante: la frutta deve essere molto matura, più sarà matura, più sarà dolce, ed ecco come facciamo a mettere così poco zucchero rispetto alle ricette tradizionali. Le dosi indicate sono quelle che io personalmente considero perfette per il mio gusto personale e le mie abitudini, consiglio però, dopo un paio di minuti che avete azionato la gelatiera, di fermarla ed assaggiare con un cucchiaino per aggiungere eventualmente ulteriore zucchero integrale grezzo di canna.

Potrebbe interessarti:
gelato vegan ai lamponi  gelato vegan al pistacchio gelato vegan.macrobiotico alla fragola gelato vegan.macrobiotico al melone (senza gelatiera) gelato vegan.macrobiotico alla mandorla

lunedì 20 agosto 2012

Spaghetti al pesto vegan


E questa sera sperimento un pesto vegan, non occorre affatto il formaggio per rendere appetibile un buon pesto di basilico!

Ingredienti:
basilico fresco del mio giardino, sale integrale, olio extravergine di oliva spremuto a freddo, semi di girasole di buona qualità.

Procedimento:
In un robot da cucina tritiamo il basilico insieme ai semi di girasole.
Quando si saranno ridotti in polvere, uniamo il sale integrale e l'olio e continuiamo a frullare.
Nel frattempo mettiamo a cuocere la pasta, conservandone il liquido di cottura da amalgamare al pesto ottenuto, frullandolo ancora un pochino, riducendolo in crema.
Scoliamo gli spaghetti e condiamo, mescolando delicatamente il piatto.

Incoraggio sempre ad utilizzare prodotti freschi e di stagione, sconsiglio il congelamento, le verdure vanno mangiate durante la loro stagione, nel pieno della loro freschezza, naturalezza e bontà.
Quello che voglio trasmettere dalla mia cucina è che se abbiamo gli ingredienti giusti, sani, freschi, non trattati, con due o tre ingredienti solamente otteniamo risultati stupefacenti.
Ricerco la semplicità, la naturalezza delle cose, la loro genuinità, etc.. :) e questa sera la mia pasta al pesto veg era davvero squisita, con semi di girasole, olio extravergine spremuto a freddo, basilico del mio giardino, sale integrale e pasta del circolo macrobiotico ed ovviamente la cura e l'amore nel realizzare il piatto, è questo che deve passare dalla pentola al piatto alla bocca alla digestione ♥

mercoledì 15 agosto 2012

Marmellata di more e ribes rossi - Blackberry jam and redcurrant


Nel giardino di mia suocera ci sono tante bellissime piante di ribes rosso e così ne ho raccolto un pò per farne la marmellata. Il ribes è squisito, uno tira l'altro... però è un pò asprino, quindi come fare una marmellata senza zucchero, ma buona? Ho deciso di fare una marmellata a due gusti, come consigliavo nel precedente post di segreti e consigli per realizzare la marmellata in casa.
Vedi qui: marmellata: i segreti per produrla facilmente in casa

Ed allora ecco la mia idea: raccogliere il ribes rosso nel giardino di mia suocera e delle more nel bosco dietro casa. Eh sì, questa è la fortuna di chi vive in campagna, ma nessuno vi impedisce di andare a fare una bella scampagnata per i boschi con i vostri amici e raccogliere ciò che di più dolce la natura ci offre.... soprattutto oggi che è ferragosto... potrebbe essere un modo diverso di trascorrere questa giornata di festa, raccogliere insieme le more e fare la marmellata a casa, come si faceva una volta in famiglia..

Ingredienti:
500gr di ribes rosso
500gr di more di bosco
un pizzico di sale integrale
un cucchiaino di agar agar in fiocchi

Procedimento:
Fate appassire in una pentola la frutta a fiamma molto molto lenta, avendo la cura di rimestare spesso controllando che non si attacchi. Non è necessario unire alcun tipo di liquido. Se avete una piastra spargifiamma può essere utile. Quando la frutta sarà ridotta in polpa, dopo circa 2 ore almeno, la spegnete e preparate il vostro addensante naturale in questo modo:  mettete un cucchiaino di agar agar in due dita di acqua bollente e lasciate riposare almeno 10 minuti. Durante questa attesa, per prima cosa mettete in forno caldo i vasetti da sterlizzare, senza il coperchio e li lasciate dentro il forno per circa 20 minuti, il tempo che vi occorrerà per passare al passaverdure la marmellata per eliminare i semini.
Rimettete il composto ottenuto nella pentola, unite l'agar agar e proseguite la cottura fino a quando il composto vi sembra sufficentemente denso.
Se rimane morbida non vi preoccupate, si addenserà raffreddando.
Tirate fuori dal forno i vasetti con l'aiuto di un guanto da cucina o meglio ancora delle pinze e versate dentro la vostra marmellata. Chiudete per bene con i coperchi e capovolgete i barattoli a testa in giù fino a quando non saranno completamente raffreddati. A questo punto etichettate e conservate in dispensa. La marmellata ha il sottovuoto, quindi si conserverà diversi mesi, ma una volta aperto il barattolo, conservate in frigorifero e consumate entro 3 settimane circa.

Non c'è soddisfazione più grande, di fare la marmellata in casa e magari regalarne agli amici!

giovedì 2 agosto 2012

Antipasto di gamberi marinati - Appetizer of marinated shrimp


E' parecchio che non inserisco ricette con il pesce, visto che ne sto mngiando pochissimo.
Si avvicinano le vacanze estive e spesso si predilige il pesce, soprattutto se si va al mare.
Io se acquisto il pesce, prendo quello fresco e pescato, piuttosto che quello surgelato, congelato e da allevamento. Come fare un delizioso antipastino di gamberi freschi? Ecco la mia ricetta.

Ingredienti:
gamberi freschi
olio extravergine di oliva spremuto a freddo
shoyu
ume su (acidulato di umeboshi)
prezzemolo fresco
menta fresca

Procedimento:
Sbucciare i gamberi e togliere le teste. Togliere anche la parte nera, ovvero gli intestini.
Mettere i gamberi dentro una ciotola con una salsina ricavata in parti uguali degli ingredienti indicati in precedenza. Si raccomanda di non usare il sale in quanto le salsine sono già salate.
Lasciar riposare i gamberi con la marinatura alcune ore, mescolandoli di tanto in tanto.
Più ore stanno a riposo, più il piatto sarà saporito.
Trascorse non meno di 2 ore, scaldiamo una piastra (io adopero la pietra refrattaria o ollare) finchè sia rovente e versiamo i gamberi. Si cuoceranno in pochi minuti. Servirli a piacere, sia tiepidi, che freddi.


mercoledì 1 agosto 2012

Marmellata di albicocche senza zucchero - apricot jam without sugar

Ingredienti:
900gr di albicocche molto mature
100gr di susine gialle
mezza  tazza di succo di mela al 100%
mezza tazza di acqua
1 cucchiaino di agar agar in fiocchi

Procedimento:
Lavare la frutta e denocciolarla, dividendo le albicocche semplicemente in due parti, non occorre tagliare la frutta a pezzetti, si disferà durante la cottura.
Trasferire in una pentola capiente la frutta ed il succo di mela.
Far cuocere molto lentamente, fino a quando la frutta non si sarà completamente spappolata.
Quando vi sembra che il composto ottenuto sia ben denso e la frutta si sarà ridotta in polpa, versiamo in un bicchiere due dita d'acqua tiepida e il cucchiaino di polvere di agar agar, giriamo bene e lasciamo riposare circa 15 minuti.
Mettiamo in freezer un piattino, ed i vasetti senza tappo in forno a 180° per 20min. ; dopo scopriremo perchè!
A questo punto, possiamo versare il contenuto del bicchiere dentro la pentola con la frutta e lasciamo cuocere ancora fino a raggiungere la densità perfetta, rimestando spesso.
Come scoprire quando la marmellata è pronta? Facendo la prova piattino!
Estrarre dal freezer il piattino, mettervi sopra una punta di marmellata e tenere il piattino verticalmente. Se la goccia resta ferma o scende appena appena per poi fermarsi, la marmellata è pronta da invasare, se invece scende lentamente, ma non si ferma, puliamo il piattino, rimettiamolo in freezer e lasciamo cuocere ancora qualche minuto, ritentando la prova piattino fino a quando sarà riuscita.
A questo punto dovrebbero essere trascorsi i 20 minuti dall'infornata dei nostri vasetti (il metodo più pratico per sterilizzarli)
Li prendiamo con delle pinze (ricordiamo che scottano!) li appoggiamo su un tagliere di legno e dopo un paio di minuti possiamo invasare la nostra marmellata, chiudiamo i vasetti e li capovolgiamo, in modo da ottenere il sottovuoto e la sterilizzazione anche del tappo stesso.

La nostra marmellata è pronta!
Possiamo conservarla tra la credenza delle conserve e una volta aperto, il vasetto va conservato in frigorifero, consumare entro 3 settimane.

nella foto vedrete anche 2 susine gialle, in quanto mi avanzavano e così le ho messe dentro, erano per l'esattezza 100grammi con 900gr di albicocche.

se la marmellata vi risulterà leggermente liquida e non darà alcun accenno a solidificare, non vi preoccupate, sarà ottima lo stesso e si conserverà comunque, anzi, un pò si solidicherà con il raffreddamento.