venerdì 30 marzo 2012

E' nato il mio canale youtube! - stefycunsyyourkitchen

Buonasera a tutti!
Finalmente da oggi stefycunsy è anche su youtube!
E' nato il mio nuovo canale youtube, dove potrete vedere le mie prossime videoricette!

Nell'attesa, ho innaugurato il canale caricando la mia intervista integrale, della durata di 20 minuti, al programma televisivo "Gente che parla" ,  avvenuta il 19 Marzo 2012 su quartarete tv.
Avevo già pubblicato una piccola anteprima dei primi 3 minuti, ora invece potrete vedere l'intervento integrale.
Spero vi faccia piacere ascoltare cosa ho da dire, da condividere con voi, in attesa di raccontarvi presto le mie videoricette!

Potete iscrivervi al mio canale e lasciarmi dei feed back, dei commenti o semplicemente mettere il vostro "mi piace".
BUONA VISIONE!




martedì 27 marzo 2012

Festa di primavera - Laboratorio di cucina naturale selvatica con erbe spontanee!

Da circa un anno cucino per gli amici e per gli amici degli amici..... e spesso alcuni tra questi mi hanno chiesto di organizzare dei corsi di cucina. Sono sempre stata restìa, dopotutto sono solo un'appassionata di cucina che mette alla disposizione di altri quello che ha imparato negli anni, nulla di più. Forse il segreto è stato ed è la mia passione, tramandata da nonna in mamma, da mamma in figlia ed ora mi porto dietro questa grande eredità! E poi è giunto un incontro speciale, con la chef Beatrice Calìa che mi ha proposto di affiancarla ed iniziare dei corsi di cucina, ma in effetti il progetto è ben più ampio, come potrete notare nel dettaglio dalla locandina disegnata per l'occasione da Sandro Pizziolo di SolideyeGraficStudio 

Vi invito a cliccarci sopra, leggerla con attenzione e a diffonderla, questi sono i semplici modi che avete per farmi il migliore in bocca al lupo alla vigilia di questo mio primo progetto!

LE PRENOTAZIONI SONO APERTE!!




Carciofi ripieni - Stuffed artichoke

Che il carciofo faccia bene allo stomaco è risaputo da tutti....ma sapevate che i carciofi calmano la tosse e dissolvono i calcoli renali? Io li adoro con la frittata, con il risotto, ma a volte basta una ricettina semplice, senza troppi ingredienti inutili e possiamo assaporarne il vero gusto, quello naturale, soprattutto nella sua stagione, diciamo dall'autunno alla primavera. Oggi vi propongo un classico: carciofi ripieni!
Ricordo che quando li mangiai la prima volta, da ragazzina, pensai che era una ricetta difficilissima da eseguire, forse mi ero lasciata intimorire da chi li aveva cucinati, una grande chef... invece facendoli per la prima volta, mi sono accorta che è una ricetta semplice e che chiunque può riuscirci!

Ingredienti:
carciofi romani ( quelli senza spine, con le punte arrotondate)
il succo di mezzo limone non trattato
20gr di pan grattato
timo
due belle manciate di prezzemolo fresco
olio extravergine di oliva
se vi piace... aglio
sale integrale

Procedimento:
Per prima cosa, occorrerà pulire i carciofi, basterà semplicemente togliere le foglie che a tatto, sentiremo dure. Dopodichè tagliamo il gambo lasciandone anche in questo caso solamente la parte più tenera, togliendone comunque in ogni caso, la parte esterna, come se dovessimo sbucciare il gambo.
Ora possiamo tagliare l'estremità in cui ci sono i bordi delle foglie e svuotiamo il carciofo dalla parte centrale, avendo cura di conservare il cuore, che utilizzeremo per il nostro ripieno.
Mettiamo i carciofi a testa in giù, dentro una ciotola piena d'acqua e limone spremuto, nel frattempo ci occupiamo del ripieno.
In un tagliere di legno, adagiamo il cuore del carciofo che avevamo precedentemente messo da parte e lo tritiamo con il timo, il prezzemolo e l'aglio. Quando sarà ben tritato, lo trasferiremo in una scodella unendo del pan grattato, l'olio extravergine di oliva ed il sale integrale e mescoleremo bene fino ad ottenere un impasto abbastanza solido ed asciutto. A questo punto, possiamo prendere i carciofi e farcirli sia nella parte centrale che tra le foglie e riporli, uno ad uno, in una pentola dai bordi non troppo alti, nella quale avremmo messo poco olio extravergine di oliva. Quando tutti i carciofi saranno dentro la pentola, versiamo dell'acqua fino a coprire il carciofo per metà. Chiudiamo e lasciamo cuocere per circa 20 minuti a fiamma molto lenta. Trascorso il tempo, avremo i nostri carciofi ben cotti ed una cremosa salsina al fondo, ovvero il ripieno leggermente sceso e cotto con il liquido e l'olio.
Delicata, semplice e gustosa!

sabato 24 marzo 2012

Mi hanno chiesto perchè non guardo la tv.....


Mi hanno chiesto perchè non guardo la tv...
Ho risposto così..temo di aver fatto una bella overdose tv da quando stavo con il mio ex marito, quando l'ho lasciato ho avuto un... rifiuto totale e ho cercato di riprendere in mano la mia vita, cercato me stessa, ho spento la tv ed ho iniziato a leggere, a scrivere, a fare quello che mi piaceva, inseguendo e seguendo le mie aspirazioni... ed eccomi qui!  Mi sono accorta che in tv trovavo poco o niente che potesse arricchirmi, che mi potesse.. far crescere.. e così, al diavolo la tv! Anche se so che negli ultimi anni i programmi tv sono diventati molto più costruttivi ed informativi rispetto a qualche anno fa. Da circa 3 mesi vivo con il mio fidanzato, lui aveva la tv, ma la accendiamo solamente per seguire il telegiornale su sky e un paio di telefilm divertenti, tanto per fare due risate. Non posso spiegare cos'è la macrobiotica in due parole soltanto, diventa uno stile di vita fatto di tante piccole cose, ho aperto questo blog cercando di trasmettere piano piano, riga dopo riga, post dopo post, quello che penso, quello che ho imparato e sto imparando, quello che mi ha trasformato la vita. Sabato 9 giugno 2012 è in programma il mio primo corso di cucina in provincia di Novara, a Fontaneto d'Agogna, con la chef Beatrice Calia, che ci guiderà al riconoscimento e raccolta erbe spontanee passeggiando per i prati e faremo un piccolo laboratorio di preparazione cosmetico naturale. La locandina è pronta, inizierò tramite questi corsi, a diffondere e trasmettere tante piccole curiosità e meraviglie della vita che conduco attualmente, sono aspetti troppo belli, non posso tenerli tutti per me!
Ora che vi ho detto la mia, vorrei sentire la vostra opinione in merito! 

mercoledì 21 marzo 2012

Intervento televisivo - foto e prima parte del video.


Come avete letto nei giorni scorsi, lunedì 19 Marzo sono stata in una trasmissione televisiva per parlare del mio blog e delle mie idee. E' stata una bella occasione a mio avviso, per poter raggiungere ancora più persone e spero di aver trasmesso ancora qualcosa in più.
Di solito scrivo qui ciò che penso, non solo le mie ricette, ma le esperienze che vivo in prima persona, le esperienze vissute sulla mia pelle. Ma siete voi a decidere di mettere il link del mio blog tra i preferiti, siete voi che decidete di mettere il "mi piace" sulla mia pagina facebook e quindi seguirmi, farmi domande e richieste.

Con l'intervento in tv ho potuto entrare nelle cucine degli italiani senza che loro lo volessero.... e chissà se ho saputo lanciare il mio messaggio anche a chi segue uno stile di vita completamente diverso dal mio.

Ho il dvd integrale del mio intervento, ma per ragioni "tecniche" non l'ho ancora potuto scaricare, nel frattempo vi allego questa prima parte e un paio di foto.

Grazie a tutti coloro che mi hanno scritto e contattata questi giorni, dopo l'intervento in tv.
Spero di poter usare bene i mezzi che mi vengono messi a disposizione per divulgare un nuovo modo di vivere, che può solo migliorare la nostra vita.

Settimana prossima, la seconda parte del video, con il resto dell'intervista di Cristiano Tassinari ed i miei imminenti progetti!

stefycunsy

Ecco il link della prima parte del video: stefycunsyinyour.... TV - 1°parte

mercoledì 14 marzo 2012

stefycunsyinyour.... TV!!!

Eccomi qua!
Come avevo promesso nella mia pagina fan di facebook,
(  https://www.facebook.com/pages/stefycunsyinyourkitchen/224287877638353 )
eccomi qui con una simpatica novità!
Da un anno e mezzo scrivo in questo blog, che ho nominato stefycunsyinyourkitchen proprio perchè desideravo entrare nelle vostre cucine e portarvi la mia, di cucina. Ricette, racconti, schede informative, chiacchiere, risposta alle vostre domande.
Da qualche settimana, sono finita nelle cucine degli italiani, in quanto ho iniziato a pubblicare le mie ricette in un altro blog: cucinaitaliana.org ma questa volta sono qui per entrare direttamente in your TV!
Ed io che non guardo la tv da oltre 6 anni.... è un paradosso, eppure Cristiano Tassinari di Quarta Rete, tv locale piemontese, mi ha invitata nella sua trasmissione per parlare della mia cucina.
Quale modo migliore per raggiungere sempre più persone e raccontare la mia cucina?!
Allora se volete abbinare un volto a questa pazza chef e sentire la sua voce mentre racconta una volta per tutte chi è realmente e di cosa si occupa, se volete sapere di cosa mi sto occupando, quali sono i progetti e quant'altro...

Seguitemi su : "gente che parla" in onda lunedì 19 Marzo su quarta rete blu, canale 112 IN DIRETTA ALLE ORE 10,30 e per chi vive fuori dal Piemonte o nel resto del mondo...in streaming direttamente su www.quartarete.tv  alle ore 16,30 !

p.s. Neanche a farlo apposta inoltre, lunedì sarà il primo compleanno del mio nipotino Enea.... riceverà degli auguri molto speciali!

Fagioli lima - questi sconosciuti

Oggi vi presento questa meravigliosa varietà di fagioli! Non trovate che sìano bellissimi!? Sì, perchè non esistono solamente i fagioli borlotti o cannellini .. ci sono i fagioli rossi, neri, lamon, fagioli all'occhio, corona e tanti altri ancora.... I legumi sono un'ottima fonte di proteine, inoltre abbassano glicemia e colesterolo,   rallentano l'assorbimento degli zuccheri, ideali quindi per le diete di mantenimento. Le proprietà sono molteplici e per una dieta sana ed equibrata sono perfetti, soprattutto se consumati ogni giorno, a piccole dosi!
I fagioli lima sono difficili da reperire, in quanto sono originari del centro America, io e Jerry li trovammo alcuni anni fa in un mercato, poi li ordinammo tramite un negozio peruviano e venerdì scorso, passeggiando per il mercato di Borgomanero con Sonia, li ho ritrovati con grande stupore e non ho potuto resistere alla tentazione di acquistarli!
Sono squisiti, i preferiti di Jerry, ma in effetti sono così carnosi e gustosi che sfiderei chiunque, non possono non piacere! Seguite il blog, nei prossimi giorni pubblicherò il metodo di cottura e qualche sfiziosa ricetta per consumarli!

sabato 10 marzo 2012

Finocchi all'arancia - insalata cruda


Oggi vi propongo una fresca insalata di stagione! E' talmente semplice prepararla che quasi non servirebbe scrivere la ricetta, il titolo dice tutto! Gli ingredienti sono già stati annunciati, veniamo al procedimento!

Tagliare finemente i finocchi e condirli con il succo di un'arancia fresca e succosa, la mia era dolcissima ed ovviamente non trattata. Aggiungiamo poco sale integrale e poco olio extravergine di oliva o se preferite, di girasole. La vostra insalata di marzo è pronta per rinfrescare il vostro palato!

Linguine con calamaretti freschi


Questa mattina sono stata ingiro alla ricerca di aziende agricole a caccia di frutta e verdura genuina, ma ancora non ho trovato quel che cerco.... in compenso ho preso l'acqua da una sorgente vicino casa, a San Martino.. tra un giro e l'altro siamo stati via tutta la mattinata e abbiamo pensato di fare un pranzetto veloce e leggero. Ecco cosa abbiamo studiato: Linguine con calamari e insalata di finocchi all'arancia!
I calamari sono spesso duri a cuocersi, abbiamo trovato al banco del pesce questi calamaretti piccoli e teneri, pescati ed abbiamo improvvisato un delizioso primo piatto.

ingredienti:
linguine di semola di grano duro
un porro
peperoncino secco
calamaretti freschi
un bicchiere di vino bianco
olio extravergine di oliva, sale integrale

procedimento:
In una pentola ho versato due giri di olio extravergine di oliva, il porro tagliato finemente a rondelline, peperoncino, poco sale ed i calamaretti precedentemente puliti e lavati. Li ho fatti andare a fiamma leggermente vivace ed a metà cottura, ho sfumato con del vino bianco. A cottura ultimata, si presentavano rosati con del sughino liquido, ottenuto dal vino, ma soprattutto dall'acqua rilasciata grazie alla presenza del sale. Ho versato dentro le linguine cotte al dente e girato delicatamente il tutto con un forchettone di legno. Il piatto è pronto, guarnito con qualche anello di porro crudo.
Delicato, appagante, leggero, senza necessità di usare salse e sughi o insaporitori vari.
La freschezza dei prodotti ha donato al piatto la giusta dose di sapore per deliziare il nostro palato.

lunedì 5 marzo 2012

Barrette di sesamo


Il primo ricordo che mi viene in mente, legato ai semi di sesamo.. è il pane palermitano della mia vicina di casa Rosalia, quando rientrava dalle vacanze estive ce ne portava sempre un pò, perchè a Torino non si trovava... Oggi invece, a distanza di circa 30 anni... i semi di sesamo fanno parte integrante della mia dieta, uso inftti, l'olio di semi di sesamo, spremuto a freddo, in quanto lo alterno a quello di oliva e girasole per cucinare ma soprattutto lo uso per friggere, in quanto è un olio che sopporta le alte temperature e non brucia.
La frittura fatta con l'olio di semi di sesamo risulta essere leggera ed asciutta!
Inoltre, lo consumo sottoforma di salsa thaine, per fare salsine, la crema di ceci (hummus) condire la pasta o anche per delle tartine da farcire.
Il sesamo, rafforza il sistema immunitario, è ricco di calcio, molto indicato per i bambini per la crescita, contiene vitamine, fosforo, una buona fonte proteica, è indicato contro mal di testa, dolori mestruali, affaticamento, disturbi intestinali, malattie della pelle etc..
Oggi ve lo propongo sottoforma di croccante, una sorta di torrone..
Farlo è molto semplice, può essere utilizzato come dolcetto a fine pasto o come barretta energetica durante la giornata. Veniamo alla ricetta:

ingredienti:
100gr di malto di riso
100gr di zucchero integrale di canna
200gr di semi di sesamo
50gr di mandorle

attrezzatura necessaria: carta da forno, mattarello.
procedimento:
In una pentola dal fondo spesso, scaldare leggermente il malto ed unire lo zucchero integrale di canna facendolo sciogliere. La fiamma dovrà essere molto lenta. Quando malto e zucchero i saranno sciolti, possiamo unire i semi di sesamo girando accuratamente per alcuni minuti. Successivamente uniamo le mandorle (se volete potete tagliarle a pezzetti non troppo piccoli) e continuiamo a girare, sempre a fuoco lento, per circa 15 minuti. Quando tutto si sarà ben amalgamato, disponiamo il composto ottenuto su un folio di carta da forno. Stendiamo sopra il composto un altro foglio di carta da forno e velocemente stendiamo la sfoglia! Più sottile riusciamo a stendere, più sesamini riusciremo ad ottenere! Una volta stesa la sfoglia, quando il composto sarà ancora caldo, facciamo delle incisioni con un coltello per ricavarne dei ritagli, oppure, se preferite, ricavate dei biscottini adoperando delle formine per biscotti. Lasciate raffreddare circa 15 minuti ed avrete ottenuto delle sfiziosissime croccantezze al sesamo!

sabato 3 marzo 2012

Vegan muffins mela mandorle e cannella


La dolcezza delle mele, il croccante delle mandorle ed il profumo della cannella. E' così che sono nati i miei muffins vegan, questa mattina.

ingredienti:
140gr di farina tipo 1
20gr amido di mais
80gr di burro di soia
80gr di zucchero di canna
1 bustina di lievito per dolci
150gr di latte di soia
100gr di mandorle tritate
1 mela
cannella in polvere
un pizzico di sale integrale

procedimento:
miscelare il burro di soia con lo zucchero di canna e gradualmente il latte. Unire successivamente l'amido di mais, la farina, le mandorle tritate ed infine la cannella il lievito e la mela tagliata a pezzetti.
Versare il composto in una tortiera o negli stampini da muffins e far cuocere a 180° fino a cottura.
L'aspetto non è degno del migliore dei pasticceri, ma io non lo sono e ciò che considero più importante è come sempre, la genuinità dei prodotti (ho usato infatti delle mele non trattate ed ho usato anche la buccia delle stesse) e soprattutto il sapore, che con prodotti di ottima qualità, non può affatto mancare!!

giovedì 1 marzo 2012

Zucca al forno - una divinità...

Adoro la zucca.. eppure da bambina mia nonna non riusciva a farmela mangiare...
La sua stagione sta volgendo ormai al termine per lasciare spazio a tante altre verdure che adoro, oggi ve la propongo con un metodo di cottura macrobiotico semplicissimo!
Gli ingredienti necessari sono semplicemente una bella zucca e del tamari.
Il procedimento : laviamo la zucca con tutta la sua buccia, la tagliamo a fette e la disponiamo in una teglia. Versiamo un paio di bicchieri d'acqua con dentro un cucchiaio abbondante di tamari ed inforniamo.
La nostra zucca sarà cotta in circa 20 minuti, ma regolatevi voi ad occhio.
L'acqua si sarà completamente asciugata e la zucca sarà morbidissima e dolcissima!
Possiamo servirla in tavola direttamente con tutta la buccia, che si staccherà con un piccolo gesto della forchetta. Oppure possiamo usarla successivamente per farne una bella vellutata o condirci riso e pasta, non sarà necessario aggiungere altro!
Spero che questa ricetta vi sia piaciuta, io la trovo divina....