lunedì 9 luglio 2012

Produzione di formaggio spalmabile vegan al basilico / olive - Vegan cheese, basil and olives


Ed eccomi qua a fare il formaggio....
chi l'avrebbe mai pensato..
io che adoro il formaggio classico, non ne ho mangiato mai per anni.
Poi mi sono trasferita nelle colline novaresi e non ho saputo resistere a tome, varie ed eventuali.... Ogni tanto uno strappo alla regola ci sta e se devo farlo, voglio farlo con un formaggio di alta qualità. Ma oggi vi presento un formaggino semplice semplice da preparare in casa con molta semplicità, ognuno può dar sfogo alla propria fantasia e provarne più versioni, io mi sono per il momento limitata ad insaporirlo con il basilico oppure con delle olive.

Ideale da spalmare su pane o crostini, ma perchè no, anche come ripieno per le nostre verdure crude..
Ottimo anche come condimento della pasta, o da usare come ripieno per farcire i ravioli, ma magari ci proviamo un'altra volta!
Veniamo alla ricetta:

Ingredienti:
500gr di latte di soia
il succo di mezzo limone non trattato
sale integrale

Procedimento:
Portare ad ebollizione il latte, quando si gonfia versare il succo del limone senza abbassare la fiamma e mescolare, non appena verseremo il limone, il latte comincerà a "cagliare" ed assumerà un aspetto simile alla ricotta. Proseguiamo la cottura per alcuni minuti, filtriamo, scoliamo bene il ricavato e lo facciamo riposare in una ciotola, unendo il sale integrale. Lasciamo riposare in frigorifero alcune ore, l'ideale sarebbe una notte. Trascorso questo tempo, lo passiamo abbondantemente al minipimer con le olive precedentemente tritate fini oppure del basilico o ciò che più vi piace!

Ecco la versione con le olive:

17 commenti:

Eliana ha detto...

Ciao Stefy,
ieri ho letto la tua ricetta e ci ho subito provato. Ricetta semplicissima e riuscitissima, solo che ho fatto riposare in frigorifero davvero troppo poco tempo e avrei preferito che venisse un composto più sodo. Da rifare sicuramente. Grazie

**stefycunsy** ha detto...

Sì, infatti ho consigliato di farlo riposare anche una notte.
Più si rapprende meglio è.
Se fai una foto mandamela! ;)

CON COSA LO HAI FARCITO?

eliana ha detto...

Per la foto è troppo tardi :) ! Lo rifarò nei prossimi giorni...
Ho messo solo il basilico greco ma la prossima volta credo che proverò a farlo piccante.
Ero troppo entusiasta e volevo farlo assaggiare a mio marito ieri sera stesso, solo due ore di frigorifero possono anche andare bene ma la prossima volta mi organizzerò per tempo.

**stefycunsy** ha detto...

In cucina non bisogna mai avere fretta, anche se non è facile. A volte si raccoglie la frutta ancora acerba per la fretta di mangiarla, ma non è matura, non è dolce, non è buona, non è naturale.

Lo stesso per questo formaggino.
Sì, qualche oretta può essere sufficiente, ma prendiamoci il tempo giusto per farlo "maturare" ben bene e gustare un ottimo formaggino spalmabile!

Se clicchi sul tasto qui sotto, dove c'è il g+1 mi aiuterai a diffondere la ricetta sui motori di ricerca! Ciao, grazie!

Anonimo ha detto...

Ho assaggiato un formaggio simile, ma non mi è piaciuto molto, dall'aspetto sembrerebbe buono, ma dovrei assaggiarlo, la ricetta è comunque interessante.
Lorenzo D.

giugiu ha detto...

grazie per la ricetta, è fantastica!
l'ho fatto ieri sera per poi consumarlo oggi ed è venuto fantastico. solo una domanda...cosa posso aggiungere per renderlo un po' più dolce? perchè si sente abbastanza l'agre del limone..

Titti ha detto...

Ottima ricetta! Direi che è simile al mio caprino vegano. Io lo lascio anche 3 giorni a scolare e, ultimamente, ho scoperto che, mettendo le gocce di limone ancora in fase di scolatura (per esempio, il 2° giorno), il formaggino si impregna di asprino delicato ma continua a scolare. In tal modo resta bello compatto. Con la paprika dolce è una delizia!

lucia ha detto...

ho appena fatto con la tua ricetta il formaggio,lo terro' in frigo come tu suggerisci,poi ti faro' sapere......non mettero' la foto xche' non so caricarle,ci vorrebbe una lezioncina passo a passo per poterci capire qualcosa......sai alla mia eta' si diventa de coccio.... la tecnologia non e' il mio forte....grazie ancora Stefy per le buonissime ricette lucia

**stefycunsy** ha detto...

sono contenta che questa ricetta piaccia.
giugiu, scusa se non ti avevo risposto, devo aver perso il tuo commento.. dunque potresti fare una prova, anzichè usare il limone, metti l'agro di riso o l'aceto di mele.

Lucia, per le foto, se vuoi puoi mandarmele in allegato via mail, magari ti fai insegnare da qualcuno, credimi è più facile di quanto si possa immaginare, ci siamo passati tutti ;)

-stefycunsy@live.it-

eliana ha detto...

Ciao Stefy,
questa volta l'ho fatto solo con il prezzemolo, basilico non ne avevo, olive non mi piaceva l'idea di metterle dentro i tortelli di zucca e ho optato solo per il prezzemolo....lo so che non ho fantasia :(

**stefycunsy** ha detto...

oramai in questa stagione non è più tempo per il basilico infatti, visto che siamo in periodo di funghi, mi verrebbe l'idea di farlo con i funghi..... come ti sembra?! ;) oppure con della zucca!

praticamente si può tranquillamente aromatizzare con delle verdurine di stagione, ne bastano poche, tanto per darne una piccola aroma ;) ora mi è venuta voglia, magari domani lo faccio ;)

ma non ho capito bene, lo hai usato per condire dei tortelli di zucca? In quel caso potevi farlo con poca zucca dentro al formaggio e magari delle mandorle tritate e pepe?! come la vedi?

eliana ha detto...

Allora, ho fatto i tortelli e li ho farciti con la zucca cotta al vapore, il tuo formaggio veg, pepe, mandorle tritate e lievito in scaglie e poi li ho conditi con i funghi cotti solo con due spicchi di aglio, sale e prezzemolo. Sono venuti buoni dai!

Rossella Ghezzi ha detto...

Ciao! come mai a me è venuto liquidissimo?
Nonostante 8 ore in frigo :(
Come posso rimediare?

ellen ha detto...

ciao, ho provato la ricetta passo passo ma ahimè il latte non ha cagliato, è rimasto così com'è. Ho usato latte di soia naturale. Non capisco proprio cosa sia potuto succedere...:(

hai qualche idea? grazie elena

**stefycunsy** ha detto...

Eccomi, rispondo agli ultimi due commenti. Mi sembra strano che l'esito sia stato liquidissimo e che il latte non abbia cagliato.
Il procedimento è mettere il limone appena il latte arriva a bollore ed è in questa fase che il latte si inizierà ad addensare : in un batter d'occhio! L'unica spiegazione che mi dò è che probabilmente è stato inserito il limone troppo presto o magari abbassando la fiamma. La fiamma va lasciata alta ed il limone va messo appena il latte bolle. Fatemi sapere! ;)

Anonimo ha detto...

Si può fare anche con latte di riso o avena?

**stefycunsy** ha detto...

Ciao!
Non lo so se con il latte di riso o avena funziona.
Non ho ancora provato..