sabato 28 luglio 2012

Crema di melanzana bianca

Come saprete, abitualmente non mangio le melanzane, sono molto acidificanti ed estremamente yin, le solanacee (patate, peperoni, melanzane, pomodori) sono bandite in macrobiotica per la loro presunta tossicità, vista la presenza di solanina, oltre che per le origini.
Il mio punto di vista al riguardo è che se un cibo ci da in qualche modo fastidio, dovremo evitarlo, diversamente, non dovremo farci tanti problemi.... in merito alle origini credo che se coltiviamo nel nostro orto, senza pesticidi nè porcherie varie, una melanzana ogni tanto non ci ucciderà.

Ma a me personalmente, sia le melanzane, che i peperoni, che i pomodori, mi danno parecchia acidità, quindi anche se mi piacciono, non li mangio, se non in rare occasioni.

Mia suocera mi ha regalato la pianta della melanzana bianca, che neppure conoscevo, sinceramente..
Il mio fidanzato ha fatto un settore "solanacee" nel nostro orto e abbiamo messo anche questa melanzana bianca. Avevo letto che era una melanzana molto dolce e delicata, dalla buccia tenera, ero curiosa di assaggiarla. Così, dopo averne raccolte due, le ho cucinate ieri sera.

Dilemma: come farle?
Ecco la mia ricetta, semplice, veloce estiva e al fondo le mie considerazioni su questa varietà di melanzana.

Ingredienti per due persone:
2 melanzane bianche
4 cipolle bianche di media grandezza
foglie fresche di menta, basilico e timo
sale integrale
olio extravergine di oliva spremuto a freddo
a piacere: aglio e peperoncino

Procedimento:
Mettere le melanzane e le cipolle dentro una teglia, intere e lasciarle appassire in forno per circa un'oretta. Farle raffreddare e sbucciarle. Condirle con il resto degli ingredienti e servire! Sia le cipolle che le melanzane si riducono quasi in crema, risultano dolcissime. leggere ed appetitose!
Devo dire che contrariamente alle melanzane tradizionali, non mi hanno dato alcun disturbo, nessuna acidità, amaro inesistente. Credo che mangerò le prossime melanzane bianche del mio orto senza farmi alcun problema, ho già in mente nuove ricette! Queste le ho servite con il pane al pepe nero e semi di sesamo pubblicato ieri. Ecco qua:


Ma ora la domanda nasce spontanea: che me ne faccio delle 5 melanzane viola che il dipendente del mio fidanzato ci ha regalato?!?! ufffffffff

se ti è piaciuto questo articolo clicca sul tasto g+1 per consigliarlo su google e allega questo link nella tua bacheca facebook e twitter

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Interessante, il risultato è un gusto forte o delicato?
Lorenzo D.

**stefycunsy** ha detto...

dolce e delicato!

maycka ortoincucina ha detto...

Grigliate a fette spesse, un goccio d'olio aglio e prezzemolo.....non sarà macro ma son deliziose.
Bella cremina, mi piace, la copio!!