domenica 10 giugno 2012

Torta vegan.macrobiotica alle ciliege - Vegan,macrobiotic cake with cherries

Oggi vi presento una torta semplicissima da fare, veloce, dietetica... buona!
La chiameremo la torta del prato in tavola, in quanto l'ho presentata al mio 1° laboratorio di cucina naturale con erbe spontanee, tenutosi sabato 9 giugno con la collaborazione della chef erbana Beatrice Calia.
Ma di questo vi parlerò nei prossimi giorni!
Veniamo alla ricetta!

Ingredienti:
500gr di ciliege
250gr di farina semintegrale
180gr di succo di mela o acqua
50gr di malto di riso
70gr di olio di girasole spremuto a freddo
150gr di pasta madre o in alternativa 1 bustina di lievito per dolci senza polifosfati
facoltativo : zucchero integrale grezzo di canna q.b.

Procedimento:
Denocciolare tutte le ciliege e tenerle da parte.
Amalgamare gli ingredienti con l'aiuto di un frustino, inserendo prima quelli liquidi e gradualmente quelli solidi. Unire all'impasto le ciliege tenendone da parte qualcuna per la decorazione nella superficie. Versare nella tortiera metà impasto, spolverare con zucchero integrale di canna e versare il restante impasto. Decorare a piacere con le ciliege tenute da parte e spolverare leggermente con altro zucchero. Cuocere a 180° per circa 40 minuti. Servire quando si sarà raffreddata. Il giorno seguente si mantiene molto bene.

14 commenti:

BeaPaGoogle ha detto...

Tu dici una bustina di lievito per dolci o meglio pasta madre. Puoi specificare le modifiche alla ricetta nel caso si voglia usare pasta madre? in che quantità? tempi di lievitazione? Per mantenere l'idea della ricetta ma usare degli ingredienti di uso piu comune posso usare il miele o lo succhero al posto del malto di riso? e il burro al posto dell'olio di girasole?

**stefycunsy** ha detto...

Ciao!
Benvenuto nella mia cucina!
Questa è una torta vegan.macrobiotica, dunque io non adopero ingredienti di origine animale. Se vuoi però apportare delle modifiche, ecco cosa ti consiglio:
Dunque, va benissimo usare il miele in sostituzione al malto, un millefiori è perfetto.
Il burro al posto dell'olio di girasole non te lo consiglio, l'olio di girasole si trova facilmente in commercio. Inoltre cambierebbe la consistenza dell'impasto, cambierebbe l'intera torta. Per quanto riguarda la pasta madre, ne metterei 3 cucchiai abbondanti, da amalgamare con gli ingredienti liquidi e lascerei riposare l'impasto fino al raddoppio, magari dentro il forno spento, con la sola lucina accesa. Se la pasta madre è ben attiva e piena di alveoli, potrebbe bastare anche solo una mezz'oretta.
:)

Architettarte ha detto...

Ciao...le nostre cucine sono molto in sintonia!!! ;)
Provata e approvata...se vuoi passarmi a trovare http://architettarte.blogspot.it/2012/06/cerises-douces-torta-alle-ciliegie.html
ciao Fede!

Anonimo ha detto...

Veramente fantastica questa torta di ciliege, brava!!
Aless

Merilamakeup ha detto...

Bellissima e buonissima questa ricetta :-) Ho usato lo sciroppo d'agave al posto del malto (perchè non ne avevo) ed è venuta ottima :-) Grazie!!

metabolissima ha detto...

ciao Stefy da mesi seguo con piacere il tuo blog...complimenti!
ho provato a fare questa torta con uvetta invece che ciliegie ma ho un problema: ha un retrogusto di fritto, uso olio di mais bio...anche con la frolla ho avuto lo stesso problema.
puoi aiutarmi? grazie

**stefycunsy** ha detto...

Ciao benvenuta nella mia cucina! Io per fare i dolci adopero sempre l'olio di semi di girasole spremuto a freddo. È delicato ed insaporire. Oppure molti miei lettori si sono trovati ancora meglio con l'olio di riso ancora più delicato. Prova e fammi sapere. Inoltre per questa torta in particolare consiglio di usare frutta molto dolce primaverile come ciliege o tra qualche mese pesche ad esempio. Se provi le mie ricette inviami le foto che allego in un album su facebook con le ricette dei miei lettori. A presto!

meta ha detto...

grazie Stefy...ho rifatto ieri col mio cucciolo la torta con ciliegie fragole dell'orto e mandorle...è venuta un pò molliccia forse ho esagerato con la frutta.
la foto l'ho messa su Fb.
l'olio ho messo una piccola quantita di quello di mais ancora e ho usato la carta forno. proverò tuo consiglio.
come faccio a mandarti la foto? scusa ma sono impedita...

**stefycunsy** ha detto...

Ciao! Se è venuta molliccia potrebbe essere "colpa" della carta forno.
Ne sconsiglio l'uso, pare sia cancerogena e comunque non serve.
E' sufficiente oleare la teglia e spoverare con poca farina per bene e non attaccherà!
In questo link troverai tutti i miei riferimenti, scrivimi pure dove preferisci per inviarmi la foto:
http://www.stefycunsyinyourkitchen.com/p/chi-sono.html

ciao!!

Anonimo ha detto...

Ciao, stefy.
Sono Elena e volevo chiederti se posso usare l'olio di cocco.
Un saluto

Anonimo ha detto...

Potrei avere una risposta?
Elena

**stefycunsy** ha detto...

Ciao Elena!
Eccomi qua!
Dunque io non ho mai usato l'olio di cocco in cucina, anche se ne ho un barattolo in dispensa ancora chiuso e sigillato!
Non saprei dirti, non avendolo mai adoperato, però se tu abitualmente lo usi per fare i dolci direi di sì, anche se non so se la consistenza sarà uguale.
Ad ogni modo alla fine dovrai ottenere un impasto semi denso-liquido come tutte le torte.
Mi fai sapere?
;)

Anonimo ha detto...

Ciao stefy, sono Elena.
Ho fatto la torta ma mi é venuta male.
Ho usato farina di farro,succo di mela 250 gr,olio di cocco lievito madre secco,zucchero eritritolo (sukrin),e come frutto la percoca (una qualità di pesca).
Secondo te dove ho sbagliato?
L'impasto comunque é cresciuto( l'unica cosa positiva).
Un saluto di cuore
Elena

**stefycunsy** ha detto...

Diciamo che hai un pò stravolto la ricetta, cambiando troppi ingredienti..
la farina, l'olio, il tipo di frutto ed il dolcificante, che tra l'altro non conosco!

Inoltre la farina di farro per i dolci è molto azzardata, poichè ne risulta un gusto molto rustico e troppo integrale.. poi non conoscendo il tipo di dolcificante che hai adoperato non so se il dosaggio era giusto..

Ti consiglio di cercare di attenerti il più possibile alle ricette che trovi, diciamo che un conto è sostituire un ingrediente, ma sostituirli tutti è un grosso rischio!

Inoltre in pasticceria occorre essere molto precisi, a differenza delle ricette salate. ;)