lunedì 25 giugno 2012

Gelato vegan ai lamponi - Vegan ice cream with raspberries

Sabato mattina sono andata a bagnare l'orto ed ho visto una piccola esplosione di lamponi maturi.
Che fai, non li raccogli?
E così visto che un lampone tira l'altro... ho pensato di fare un gelato prima di finirli, con una ricetta diversa da quelle che vi ho già proposto.
Oggi il gelato è solo vegan, non macrobiotico.
E' un gelato da preparare al'ultimo minuto, se arrivano ospiti inattesi e quindi non avete tempo di preparare la crema di riso per il gelato macrobiotico.
Veniamo dunque alla ricetta, un gelato vegetale, pronto in 20 minuti con la gelatiera.

Ingredienti:
200gr di latte di soia
200gr di panna di soia
250gr di lamponi (o un frutto a scelta)
40gr di zucchero integrale grezzo di canna

Procedimento:
Inserire tutti gli ingredienti in un boccale dai bordi alti  frullare al minipimer, grossolanamente.
Versare il composto ottenuto in gelatiera ed azionarla per circa 20 minuti.
Il gelato sarà pronto nel momento in cui sarà ben spumoso.
Decorare con lamponi freschi e servire.

Consigli utili: assaggiare il composto prima di versarlo in gelatiera e dolcificarlo a proprio gusto.
Io personalmente tendo ad usare poco zucchero, quindi regolatevi voi.
La frutta più sarà matura, più sarà dolce e meno zucchero sarà necessario.
Potete aumentare a vostro gusto la dose della frutta.

potrebbe anche interessarti: gelato vegan al pistacchio, gelato vegan.macobiotico alla mandorla  gelato vegan.macrobiotico alla fragola  gelato vegan.macrobiotico al melone senza gelatiera

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao! Complimenti per il blog, mi piace molto e me lo sto spazzolando tutto, post dopo post!!
Ti chiedo una delucidazione: ma cosa contraddistingue una ricetta come macrobiotica?? Tipo questo gelato: vegan ma non macrobiotico... Mi piacerebbe molto approfondire le mie conoscenze sull'argomento e sull'effetto che il cibo e il modo di prepararlo ha sul nostro corpo e la nostra mente... Tipo, perchè il riso di preferenza in pentola a pressione e non nel tegame e cose così...
Un caro saluto, Chiara

**stefycunsy** ha detto...

Ciao Chiara benvenuta!
vegan significa senza animali e prodotti di origine animale, quindi no uova, no latte vaccino, no formaggi etc.

in macrobiotica invece, non sono ammessi prodotti di origine animale ma la carne ed il pesce, anche se in rare occasioni, sono concesse.

Questo gelato non è macrobiotico perchè contiene il latte e la panna di soya, che sono, sì vegetali, ma prodotti lavorati, che secondo la macrobiotica non hanno un effetto molto benefico per il nostro organismo, sono lavorati, estremamente yinn e non naturali, in commercio ad essi vengono aggiunti a volte zuccheri di dubbia provenienza e quindi si preferisce evitarli.

In macrobiotica si adopera principalmente il riso integrale, che necessita di almeno 45/50 minuti di cottura, dunque la pentola a pressione ne velocizza la cottura.

Se hai altre domande falle a mano a mano sotto la ricetta in questione e ti risponderò ai tuoi quesiti, anche se la macrobiotica non si può spiegare in due parole.. :)

Anonimo ha detto...

Grazie, che tempestività!! Un pochino mastico di macrobiotica, ma mi piace scoprire cose nuove ed approfondire quel che ho imparato...non è mai abbastanza!
E il tuo blog mi pace molto, molto equilibrato e allegro, condivido il tuo pensiero e la tua ilisofia di vita e di cucina... Ho risolto parecchi problemi cambiando alimentazione, ma ancora sento di avere un po' di cosette da sistemare...
Ma tutti i corsi di cucina che hai fatto, dove li hai trovati?? Mi piacerebbe molto farne qualcuno, anche per conoscere persone con cui condivdere questa esperienza!
Grazie di tutto, chiara

**stefycunsy** ha detto...

ciao Chiara, in quale città vivi?
Io ho ftto solo tre o quattro corsi, amo molto cucinare, da quando ho cambiato nettamente alimentazione ho cercato di "dimenticare" tutto quello che sapevo per migliorare la mia cucina, rendendola sana.

Ho fatto qualche corso base al circolo macrobiotico UPM, dove ho imparato le cose basilari, poi ho fatto lavorare la mia fantasia.

Anche io ho ancora molto da scoprire... come tutti!