mercoledì 25 aprile 2012

Mela renetta con malto e cannella


Voglia di dolce, ma di un dolce sano, dove i sapori semplici e la dolcezza naturale sono i protagonisti.
Avevo le mele renette in casa, ma consiglio di usare la mela grigia.
Renetta era il mio soprannome quando seguivo la dieta fruttariana.
Adoravo le renette! E ancora oggi le apprezzo tantissimo
Adoro addentare una mela in assoluto silenzio
Ascoltarne il sapore
Masticarla lentamente apprezzandone la dolcezza.
A volte parlare mentre si mangia sminuisce il valore di ciò che abbiamo in bocca. Quando il piatto è vuoto non ci siamo accorti di aver già finito. Non lo abbiamo assaporato, nè gustato.

Oggi la mia renetta è stata cotta e la sua dolcezza era ancora più evidente, la polpa era tiepida,morbida, il profumo gradevole, un ottimo dessert per chi, come me, ama le cose semplici.

Ingredienti: una mela renetta o grigia, cannella in polvere, malto di riso o di orzo per un sapore più deciso.
Procedimento: In una pentola a pressione mettiamo due dita di acqua, inseriamo il cestello per la cottura a vapore con dentro le mele. Una per commensale. Mettiamo sul fuoco a fiamma alta e dal momento del sibilo, abbassiamo la fiamma al minimo e facciamo cuocere per 5 minuti.
Trascorsi i 5 minuti, facciamo sfiatare la pentola, adagiamo delicatamente le mele sul piatto e guarniamo con una spolverata di cannella e una colata di malto. Servire tiepide.

2 commenti:

Iris ha detto...

mela e cannella connubio speciale!
le ho sempre fatte al forno... la pentola a pressione è una novità! brava Stefy :D

elicada ha detto...

"addentare una mela in assoluto silenzio. Ascoltarne il sapore"
Pura poesia...come questa ricetta.
Fatta. Buonissima. GRAZIE!