lunedì 19 settembre 2011

Zuppa di miso con pesce e soba


Ieri sera ho fatto un piccolo esperimento ed ho usato la mia nuova cavia non solo per l'assaggio ma anche per la critica. Devo dire che è andata molto bene.. sia l'assaggio che la critica!

Veniamo alla ricetta:

Ingredienti:

Gamberi freschi
Cozze
Soba (spaghettini di grano saraceno)
Mezza cipollina bianca
1 cm di Alga wakame
una verdura a piacere (consiglio la carota, io essendone sprovvista ho messo la parte dura di un broccolo)
miso di riso

Procedimento:

In un pentolino far aprire le cozze con poca acqua, Sgusciare le cozze mettendole da parte, filtrare il brodo ottenuto e versarlo nel pentolino per cuocere la zuppa, agiungendo ulteriore acqua, le verdure tagliate molto finemente e l'alga.
Quando le verdure saranno ben cotte possiamo unire i gamberi sgusciati e la soba ed infine le cozze.
A cottura ultimata unire il miso precedentemente sciolto in un bicchiere con poco brodino.
A piacere, potete guarnire la vostra zuppetta con del prezzemolino fresco tagliato fine.

E la vostra zuppettina di miso con pesce e soba è pronta in circa 15 minuti!

Note dalla critica: il brodo ricavato dalla cottura delle cozze è risultato molto corposo, si consiglia di non metterne troppo in quanto molto saporito.

8 commenti:

Anonimo ha detto...

ciao cara..questa ricetta deve essere fantastica..secondo me dovresti insistere con le ricette macrobiotiche perchè è l'unica cucina veramente sana e naturale..anche io da un mese la seguo e mi sento meglio,sto veramente bene!!avevo dei problemini intestinali,di pesantezza fisica..ora mi sento più energica,più gioiosa,più...tutto!!sto facendo anche il corso di cucina,fantastico!!ma ho visto che tu in alcune ricette hai messo uova,tofu,che la cucina macrobiotica non prevede..come mai?

**stefycunsy** ha detto...

Ciao, ci conosciamo? Non ti sei firmata. ;-) Sì io prediligo la cucina macrobiotica che mi fa stare davvero bene e mi piace tantissimo. Cerco però di variare, come ho già scritto qui da qualche parte e come dico sempre a tutti.. ho seguito la macrobiotica in maniera ferrea anni fa e avevo riscontrato anche degli aspetti negativi. Cerco quindi, da circa 2 anni a questa parte, di essere meno drastica e più aperta, mangiare un pò di tutto sempre in contesti "sano e naturale" con EQUILIBRIO. Il cibo deve essere un piacere, non una sofferenza. Nel caso della tua domanda specifica, le uova le adoro..ma non ne sento la necessità, le uso a volte perchè fanno da legante in qualche ricetta, ma non le adopero nella cucina di tutti i giorni. Non faccio frittate, crepes o altro. Nulla i tutto questo. Ma se un giorno mi viene voglia di un ovetto sodo..me lo faccio! Compro le uova da allevamnto a terra, con il codice che inizia con lo "0" come spiegato in questo articolo: http://stefycunsyinyourkitchen.blogspot.com/2010/12/come-scegliere-le-uova.html e mi tolgo una voglia. Il tofu nient'altro è che una lavorazione ella soia, quindi alta concentrazine di proteine che possono sostituire la mancanza di carne.. Non mi piace il tofu, l'unico modo in cui lo adopero è per fre la mainese o creme spalmabili che onestamente..sui crostini di pane fatto con pasta madre e farine non raffinate...beh..è una gran goduria! ;-) Colgo l'occasione per ricordare che la macrobiotica per me è una filosofia di vita ma che non mi piace schierarmi da un'unica parte nella vita, non sono al 100% nè macrobiotica nè vegana, nè vegetariana nè tantomeno onnivora. E per questo motivo, spero che il mio blog possa ssere d'interesse per tutti!

Velia ha detto...

Bentornata Stefy..mi hai fatto venire in mente una preparazione che ai tempi mi piaceva moltissimo,ovvero gli "insalatini" di tofu..praticamente tofu messo sotto miso...per un tot di giorni,finche non si trasformava in una specie di formaggio saporito..ho la ricetta da qualche parte,se ti interessa te la mando e..condivido in pieno il tuo spirito nell'affronatre la cucina,le diete eccc...Per questo mi piace tanto il tuo blog!!Ciao

**stefycunsy** ha detto...

ciao Velia, sì prova a mndarmi la tua ricetta, non amo particolarmente il tofu ma magari cucnarlo in maniera diversa può risultare "costruttivo"

Buon autunno anche a te!

valentina ha detto...

ciao cara..si è vero non mi sono presentata..sono valentina,e vivo ad anguillara sabazia,vicino manziana,pensa un pò :) ma quali sono questi effetti negativi della macrobiotica? mi interessa..se me lo vuoi scrivere in privato scrivi a v.policella@inwind.it grazie!!

**stefycunsy** ha detto...

Ciao Valentina! Benvenuta tra le pagine del mio blog!
Io ho trascorso la mia adolescenza a MANZIANA, vivevo dietro al bosco!!!

Per tornare alla macrobiotica, io avevo perso parecchio peso ed inoltre avevo perso la mia vitalità..ero forse "troppo equilibrata" e ridevo meno spesso..ecco..

Adoro la macrobiotica e continuo a seguirla ma in maniera più varia appunto, ecco perchè le mie ricette non sono schematiche: riso integrale, zuppa e verdure.

Anonimo ha detto...

@Valentina Io non sono d'accordo quandno dici che la macrobiotica non prevede le uova. Ma dov' è scritto? Le uova sono molto yang, ma non nell'estremo: ogni tanto (non nella quotidianità che deve invece privilegiare cereali integrali, legumi, verdura e frutta!!!) si possono mangiare in particolar modo quando ci avvicinamo al grande yin dell'inverno.
Le uova acidificano il sangue come tutti i prodotti animali: se noi però accompagnamo un uovo con della verdura possiamo contrastare egregiamente l'acidosi.
La macrobiotica non è una dieta: a livello alimentare sono delle indicazioni, come una bussola che dobbiamo sempre portare con noi quando mangiamo e non solo.

Stefano

**stefycunsy** ha detto...

La Macrobiotica è così estesa che spiegarla è molto difficile, va vissuta e appunto, non come alimentazione, ma come stile di vita..

E CI SONO DIVERSE SCUOLE DI PENSIERO, ho acquistato libri di ricette macrobiotiche che prevedono l'uso di uova e perfino spezie, alla fine credo che bisogna personalizzarla, ascoltando il proprio corpo: desideri ed effetti.

In merito alle uova, visto che siamo in tema, vi consiglio di dare un'occhiata a questo articolo, per un corretto acquisto.

http://stefycunsyinyourkitchen.blogspot.com/2010/12/come-scegliere-le-uova.html