lunedì 21 marzo 2011

Legumi in sottovuoto

Chissà quante volte al supermercato abbiamo comprato zuppe o legumi in barattoli di vetro o di latta, già cotti e a volte già conditi?! Tralascerei il capitolo condimento... mi è capitato tra le mani una volta un vasetto di fagioli rossi con dentro lo zucchero.
No comment.

Oggi vorrei proporvi un metodo efficace per preparare in casa la nostra conserva di legumi, zuppe o quant'altro desideriamo, con il minimo sforzo ed in pochissimo tempo!

La prima cosa da fare è procurarsi dei legumi secchi (ceci, fagioli corona, rossi, lamon, cicerchia)
e metterli a bagno per una notte. L'indomani procedere con la cottura in pentola a pressione, mettendo 3 dita di acqua sopra il livello del legume scelto, un pezzetto di alga kombu (che ha la funzione di ammorbidire il legume e fornirci sali minerali ) e, dal momento in cui la pentola comincerà a fischiare, far cuocere per mezzora. (i tempi sono indicativi, dipende dal tipo di legume)

Nel frattempo, passiamo alla sterilizzazione dei vasetti.
Accendiamo il forno a 180° ed inseriamo i nostri vasetti senza coperchio e li facciamo scaldare circa 20 minuti. Quando i vasetti saranno sterlizzati ed i legumi cotti, tiriamo fuori i vasetti ed attendiamo circa 5 minuti, a questo punto possiamo riempire i nostri vasetti con il legume ancora bollente ed un po' del liquido di cottura, avendo cura di non riempire eccessivamente o il nostro sottovuoto farà una brutta fine... E' anche molto importante usare coperchi in buono stato, o non faranno il sottovuoto. Per capire se il sottovuoto ha avuto buon fine, toccate i coperchi e se sentite fare "click" non è andata bene, consumate i vasetti "fallati" il prima possibile, conservandoli in frigorifero.

Mentre i vasetti con il sottovuoto riuscito, si conserveranno diversi mesi.

Riempiamo dunque i vasetti e li chiudiamo subito, capovolgendoli in modo da sterilizzare anche i coperchi. Lasciamo rafreddare. Possiamo infine conservare i nostri vasetti in credenza e consumarli comodamente quando preferiamo.

Finalmente potrete gustare i vostri legumi fatti in casa!

6 commenti:

Clodia ha detto...

Ma io non ci avevo mai pensato!!!!!Geniale!!!!Domani lo faccio subito!!

Anonimo ha detto...

la scoperta dell'acqua calda, eppure non ci sono mai arrivata!!
bell'idea, ho provato subito a farla con i fagioli neri. ho fatto tutto il pacchetto così ce li ho già pronti all'uso. e fatti da me.
2 domande circa la cottura dei legumi:
1) come faccio a cucinarli in modo che non si spapolino? li ho tenuti un po' indietro di cottura ma lo stesso è venuta via la buccia
2) come mi regolo con la quantità di alga kombu da utilizzare in cottura? io ho quella in stecca lunga. quanti cm occorrono per cuocere 500 gr leugmi?
Grazie mille
Patrizia

**stefycunsy** ha detto...

ciao Patrizia, questo è un articolo che ho scritto parecchio tempo fa, l'ho modificando inserendo il metodo di sterlizzazione che rende tutto più sicuro!

In merito alla cottura dei legumi in generale, con tempi, modalità e varie tipologie, mi riservo di scrivere presto un articolo apposito.

Se ti iscrivi alla mailing list di questo blog lo vedrai non appena sarà pubblicato, oppure, tienimi d'occhio! ;)

Giovy ha detto...

Volevo avere una delucidazione,anche perchè mi sembra troppo facile come metodo.Quindi Tu dici che per fare il sottovuoto basta sterilizzare i barattoli vuoti e non pieni di legumi.Dico questo perchè ho letto un altro metodo dove,si usa sempre il forno a 200°x 20/30 minuti,ma i barattoli sono pieni di legumi e chiusi,e si lasciano xtutta la notte nel forno chiuso.se dite che è testato naturalmente è magnifico.Cmq è proprio vero ,è sempre meglio farlo in casa quello che si puo'.Ti ringrazio in anticipo e ti auguro una buona continuazione per il blog. Ciao !

james smith ha detto...

pulses can store in vacuum for long time,great information......



sottouoto a casa

james smith ha detto...

impulsi può memorizzare nel vuoto per lungo tempo, grande informazione ......


sottouoto a casa