giovedì 4 novembre 2010

Besciamella macrobiotica: la Regina del blog

DA OGGI TUTTI POTRANNO MANGIARE LA BESCIAMELLA: anche gli intolleranti al latte e derivati!


Quando alla lezione di cucina macrobiotica mi hanno detto che avremmo preparato una besciamella senza latte né burro, ho pensato fra me e me: “questi sono pazzi”.
Come si può pretendere di preparare una buona besciamella con acqua e olio?!? E' impensabile!
Inoltre ci hanno detto che avremmo cotto la besciamella in pentola a pressione per ben mezz'ora!
Resto basita!
Mia nonna mi ha insegnato a fare la besciamella in pochi minuti, esattamente quelli necessari affinchè il latte si addensi e spegnerla prima che cominci ad attaccarsi al pentolino e a bruciare!
Ed oggi invece cosa mi vengono a raccontare!?

Ovviamente rimango attenta ed incuriosita, con quaderno e matita alle mani, pronta a prendere appunti.
Ci spiegano per quale motivo, ogni volta che mangiamo una pasta al forno dei cannelloni o una lasagna, sentiamo quel fastidioso senso di pesantezza e gonfiore:

la farina non è stata “cotta” adeguatamente, è rimasta “cruda” di conseguenza poco digeribile.
E' per questo motivo che nella besciamella macrobiotica questa viene fatta cuocere in pentola a pressione per ben 30 minuti! Sono sempre più sconcertata, d'altra parte, quanto tempo ci vorrà mai, per cuocere 2 cucchiai di farina? E poi, 30 minuti di pressione sono davvero un'esagerazione!

Ma dopo questa introduzione, il cuoco inizia a preparare la besciamella davanti ai miei occhi.
Gli ingredienti?

Olio di semi di girasole
Sale integrale
50gr farina T1
mezzo lt acqua
1 foglia d'alloro

BAH!!!!!

Veniamo alla preparazione:

Mettere sul fondo della pentola a pressione un buon olio di semi di girasole fino a coprire l'intero fondo, diciamo un paio di giri abbondanti.
Cospargere di sale (leggi:abbonda)
Unire 50 gr di farina T1 o quella che avete in casa, ma consiglio la T1 o il kamut e una foglia di alloro.
Mettere sul fuoco più piccolo che avete, a fiamma molto bassa, girando continuamente con un frustino fino a quando la farina si sarà solidificata, assorbendo completamente l'olio.
Il risultato che dovrete ottenere deve essere una palla densa.(detto rou)
A questo punto, molto velocemente, uniamo mezzo litro d' acqua continuando a girare con il frustino, fuori dal fuoco, eliminando eventuali grumi, spostarsi sulla fiamma sempre e rigorosamente bassa, fino a bollore. A questo punto possiamo chiudere la pentola a pressione e dal momento del sibilo, calcolare mezz'ora di cottura.
La cosa importante è far cuocere la besciamella a fiamma molto bassa e se abbiamo uno spargifiamma USIAMOLO! Trascorsa la mezz'ora possiamo far sfiatare la pentola a pressione ed ammirare la nostra cremosa besciamella.

Non vedo l'ora che Marcello (il cuoco) apra quella dannata pentola a pressione!
E la voglio anche assaggiare, sta besciamella annacquata!
Ovviamente sono la prima con il naso davanti alla pentola, quando finalmente la apre per mostrarci il risultato.
La consistenza risulta essere cremosa, non c'era neanche un grumo, né si era attaccata al fondo della pentola!
Ok va bene, l'hai fatta cuocere con una fiammella invisibile!”

Posso assaggiarla? Esclamo in tono di sfida.

Marcello, divertito, mi porge un cucchiaino e rimango sorpresa di quanto questa besciamella macrobiotica sia delicata, densa e gustosa al punto giusto, non nauseante.. e quando a fine corso mangiamo i paccheri ripieni con ragù di seitan e besciamella, mi sento sazia ma non appesantita.

Anche se tra gli ingredienti non compare il latte né il burro, l'olio (buon olio) l'abbondanza di sale integrale e l'alloro hanno sicuramente conferito alla besciamella un ottimo sapore.

Ovviamente il mio primo pensiero è che in questo modo, anche gli intolleranti al latte potranno finalmente mangiare una pasta al forno con besciamella!

Provatela e fatemi sapere, ma ricordate di buttare via la foglia d'alloro!


28 commenti:

Anonimo ha detto...

altro che "solo" per intolleranti!!! è buonissima.. l'ho fatta appena l'ho letta perchè l'hai descritta benissimo e ovviamente bastando solo farina acqua e alloro..avevo tutto in casa!! è venuta così buona che sembrava un dessert al cucchiaio.. da mangiare subito!! l'alloro lascia un profumo incredibile..e a te non rimangono mai dei grumi? complimenti cmq..ci hai fatto un regalo impagabile!!:-)))
Grazie!! Chiara.

**stefycunsy** ha detto...

Fantastico Chiara, sono molto felice!
I grumi no, l'importante è nella prima operazione usare un frustino e anche quando aggiungi l'acqua, farlo gradualmente continuando a girare con il frustino.
Quando sarà pronta, le darai un'altra bella girata con il frustino e vedrai che non avrai alcun grumo!
Un abbraccio!

Teresa ha detto...

Cara Stefania, la besciamella è venuta abbastanza bene anche a me e si è sposata bene con il ragù (tradizionale) delle lasagne. Penso però di aver messo + olio del necessario, perché mi restava liquida, quindi ho dovuto aggiungere dell'altra farina (a occhio) e alla fine il risultato è stato cmq discreto! Ci riproverò, cmq! :) Grazie mille per tutto quello che condividi con noi!
Di nuovo Buon Anno,
Tere

**stefycunsy** ha detto...

Ciao Teresa, mi fa molto piacere!
Io l'ho fatta 10 giorni fa per il cavolfiore gratinato in forno ed è stata la volta che mi è riuscita meglio, ben densa e delicata..

Ritenta ancora e vedrai che otterrai una splendida besciamella!!

Buon Anno anche a te!

Velia ha detto...

Ciao Stefy.oggi ho finalmente provato la tua besciamella all'acqua e concordo con te:è proprio deliziosa!!!A me la "palla" iniziale non è venuta fuori neanche dopo 10 minuti di "frustate",però il risultato finale è stato uguale a quello che tu descrivi!Ho utilizzato la buona besciamella per gratinare un pout pourri di...avanzi..ovvero della pasta con carote,del miglio con la zucca e del riso scondito...ho aggiunto sopra al tutto dei semi di girasole tostati e salati con lo shoyu e...delizia!!Una volta proverò ad usare il latte di riso al posto dell'acqua...chissà come viene! Grazie Stefy e a presto! P.S. Il piatto è piaciuto anche al tuo "collega" blogger Michele!!

**stefycunsy** ha detto...

BRAVISSIMA Velia
sono molto contenta!!!!

stefy

Clodia ha detto...

Stefy,ho fatto ieri sera la tua besciamella macro!Io ho sfruttato il mio Bimby!!!E' venuta buonissima!!!!Grazie davvero!Poi con il Bimby metti tutti gli ingredienti e te ne vai a fare altre cose!Fantastico!Tu non ce l'hai??Cmq ho fatto i tuoi involtini di cavolo verza e mio marito si è leccato i baffi!!!

**stefycunsy** ha detto...

sono io che ringrazio te, leggere questi commenti mi rende FELICE!!

lucia ha detto...

Clodia,mi descrivi per favore come hai fatto la besciamella con il bimby...ti ringrazio ciao...

Clodia ha detto...

Ciao Lucia!Allora,ho messo 25 gr di olio di semi di girasole un cucchiaino di sale ,50 gr di farina di kamut e 500 gr di acqua nel boccale.20 minuti 90° velocità 4!Io ho il tm 31 di bimby!

lucia ha detto...

grazie Clodia,ho provato,e' venuta buonissima......ciao ciao...

**stefycunsy** ha detto...

wow
besciamella macro anche con il bimby
bravissime, ora abiamo anche un'alternativa!

Anonimo ha detto...

La proverò presto Stefy!!!! Mi ispira! Tiz

Anonimo ha detto...

...che meraviglia di ricette...ne ruberò un pò ;)
raf nap

**stefycunsy** ha detto...

ciao! ti ringrazio! fammi sapere le ricette che provi! e se ti sono piaciute e venute! :-)

Anonimo ha detto...

L'ho fatta anch'io...ma è buonissima! Non si nota alcuna differenza on quella classica e le mie lasagne....un figurone!

**stefycunsy** ha detto...

wow! benissimo!!!!
condividila, è sana e naturale!

come ti chiami?
ciao e grazie!

elena ha detto...

ciao devo proprio provarla, ma senza pentola a pressione sul fuoco bassissimo va bene ugualmente?

elena ha detto...

ciao devo proprio provarla, ma senza pentola a pressione sul fuoco bassissimo va bene ugualmente?

**stefycunsy** ha detto...

Ciao Elena, benvenuta!
Non credo ci siano problemi, prova pure a farla e fammi sapere! Se la fai con farina di riso (secondo successivi miei esperimenti) sarà ancora più densa e gustosa, oltre che senza glutine!

Ciao!

Silvia ha detto...

Ciao Stefania, ho provato questa sera la tua ricetta ed è riuscita bene nonostante un piccolo problema: dopo più di mezz'ora la pentola non era ancora entrata in pressione...ho pensato che potesse dipendere dalla grandezza della pentola (6 lt.). Tu hai qualche suggerimento in merito? Ad ogni modo, visto che aveva avuto 40 minuti di cottura e stava iniziando ad attaccare, l'ho aperta e si è rivelata buonissima già così. L'ho usata per la vellutata di cavolfiore (io ho usato quello bianco tradizionale): ottima! Grazie! Silvia

Silvia ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
elicada ha detto...

ogni tanto vengo a scoprire qualche ricetta su questo fantastico blog!!!
Volevo chiederti: secondo te nella "procedura bimby" eseguita da Clodia è sufficiente il tempo di cottura?
Visto che nella tua premessa parli dell'importanza della cottura della farina, vorrei provare, ma 20 minuti contro i 30 in pentola a pressione (che sarebbero quindi 60) mi sembrano pochi e mi chiedo: reggerà il bimby per 1 ora???
Proverò comunque il metodo da te suggerito :o)

**stefycunsy** ha detto...

Ciao! Per la procedura bimby passo la parola a chloè, io e il bimby siamo poco affiatate! ;) qui nel blog c'è anche la versione con la farina di riso, che a mio avviso è ancora più gustosa! Si chiama "la regina senza glutine" Fammi sapere!

Chloè ha detto...

Eccomi!!!L'unico modo per vedere se il bimbi regge un'ora di cottura è provare!!!Magari ogni 10 minuti fermalo e controlla la cottura così sei sicura che non si attacchi!!!Fammi sapere!!!!;)

elicada ha detto...

Ma che velocità ragazze!
Grazie Chloè è un buon consiglio, magari mi fermo a 45 minuti totali...e poi vi dico ;o)
Comunque prima provo la tradizionale pentola a pressione

elicada ha detto...

Fatta finalmente!Commento?
SPETTACOLOOOO
Grazie Stefy

Luca L. ha detto...

Ciao Stefy, sono Luca un ex cuoco di un ristorante che un paio di anni fa si è trovato affetto da un grosso disturbo gastrointestinale, anche grave. Da allora ho scoperto un nuovo modo di cucinare e sperimentare tornando molte volte a vecchie tradizioni. Trovo interessante la tua ricetta della besciamella, io ne facevo una molto simile, avendo modificato la ricetta vegana, che di solito prevedeva l'uso del brodo vegetale invece dell'acqua e dell'alloro. Te la consiglio, la mia modifica è stata di usare anche io la pentola a pressione, con altri tipi di farina più digeribili (bene il Kamut, ma non perchè il miglio?) con dentro dell'acqua in cui avevo in precedenza fatto bollire delle verdure ( di solito uso carote sedano e cipolle senza soffritto eh) e invece dell'olio di semi ho usato dell' EVO di alta qualità, non te ne pentirai!! Comunque provo la tua e ti faccio sapere.